#FCLMblog ~ From Italy to Russia, the first and the only site about Lokomotiv for the English speaking fans worldwide

Monday, 2 July 2012

Alesha Asanovic: "So che Bilic si fida di me al 100%".


Non solo Bilic, con lui sono arrivati a Mosca anche i suoi assistenti, tra i quali c'è l'ex centrocampista croato Alesha Asanovich, che ha partecipato con lui ad EURO-96 ed ai Mondiali del 98.Non solo Bilic, con lui sono arrivati a Mosca anche i suoi assistenti, tra i quali c'è l'ex centrocampista croato Alesha Asanovic, che ha partecipato con lui ad EURO-96 ed ai Mondiali del 98.

Che differenze hai trovato tra l'allenare la nazionale croata e la Lokomotiv?
 

Prima di tutte le condizioni. Se i giocatori della nazionale erano a nostra disposizione solo poche volte all'anno, ora abbiamo più tempo per lavorare anche se noi abbiamo cercato di seguire lo stesso schema. Ora abbiamo anche l'opportunità di provare più idee di giocoQuindi le differenze principali per noi sono il numero e l'intensità degli allenamenti.

Come è la giornata tipo di Bilic?
 

Si incomincia a lavorare presto, alle 9 facciamo il piano per la giornata, poi facciamo due allenamenti di cui uno a pomeriggio. Alla sera, infine, discutiamo e guardiamo i video.

Avete, però, del tempo libero
? 

Sì, ma questo non ha cambiato la nostra visione del calcio sappiamo già quello che vogliamo ottenere dai giocatori e come farlo.

Parlando degli allenatori si fa spesso riferimento alla  filosofia. 
E se per caso gli assistenti non hanno la loro stessa visione di calcio? 

Più punti di vista e opinioni ci sono, meglio è, si può scegliere così quali sono le migliori. Bilic è così bravo come allenatore che ascolta i pareri di tutti usandoli per il bene della squadra.

Mi puoi fare un esempio di disaccordo di opinioni?
 

Per esempio riguardo l'intensità di un allenamento, lui dice di far rifiatare di più i giocatori, io, invece, li faccio lavorare di più, tuttavia, troviamo sempre la soluzione migliore per la squadra. 

La democrazia, quindi, è un fattore comune per tutti gli allenatore croati?
 

Dipende. Io so che Bilic si fida di me al cento per cento, abbiamo giocato nella stessa squadra e lavorato insieme abbastanza a lungo tempo per conoscerci.

Quando vi siete incontrati?
 

Nel 2004, siamo arrivati insieme ad allenare la Nazionale Under-21croata.

L
'allenatore della Croazia alla Mondiali del '98 era Miroslav Blazevic, secondo lui il nostro staff tecnico è uno dei più talentuosi in Europa. 

Secondo me, non si tratta di talenti individuali. Siamo giovani, ma abbiamo già una certa esperienza, riuscendo ad evitare la maggior parte dei conflitti che si potrebbero formare. Inoltre visto che anche noi siamo stati giocatori, siamo in grado di creare un contatto con loro. Siamo capaci anche di assorbire le nuove conoscenze del calcio ed applicarle alla squadra senza rimanere dietro ai tempi che corrono.

Non è venuto in primavera a trattare con la Lokomotiv con Bilic? 

No. Eravamo totalmente concentrati sull'Europeo e non c'era tempo. Tuttavia, io non sono mai stato in Russia.

Per quanto riguarda  la lingua russa? 
Bilic ha detto che tutti devono impararla.

Penso che sia necessario. Bisogna comunicare con gli altri membri dello staff, con i giocatori e con i tifosi, questo è importante.

Ha dei problemi di comunicazione con i giocatori? 

In particolare no. Una buona parte dei giocatori parla inglese, anche se conoscere il russo serve a lavorare in modo più produttivo.

Non ha l'interesse a diventare un allenatore professionista? 

Certo che c'è, però non ho mai pensato che prima o poi lavorerò da solo. Ora sono concentrato solo sulla mia attuale posizione nella squadra.

No comments:

Post a comment