#FCLMblog ~ From Italy to Russia, the first and the only site about Lokomotiv for the English speaking fans worldwide

Sunday, 21 April 2013

Uno spiraglio di luce nella torbida tempesta?

Lokomotiv che arriva in quel di Krasnodar con un morale ai minimi storici. L'Europa è, ormai, un traguardo inarrivabile e il Kuban in casa è, molto probabilmente, la squadra più ostica dell'intera categoria. Cosacchi che, però, arrivano un po' stanchi dalle fatiche di Coppa, dove ai quarti sono stati eliminati dallo Zenit dopo la lotteria dei rigori. Bilic che per questa gara deve fare a meno di Pavlyuchenko, per lui dei problemi ai legamenti del ginocchio (lunedì si saprà di più), a Ozdoev, indisponibile anche per lui per un infortunio in allenamento e a Guilherme, sostituito all'ultimo dal croato Kresic. A proposito di croati, Bilic che ormai non ha più niente da perdere e che fa debuttare nella Russian Premier League il 17enne Aleksey Miranchuk, uno dei talenti migliori della Molodezhnoye di cui vi avevamo già parlato. 

I risultati non ci sono, ma il gruppo si.

Loko pericolosa fin da subito e al 3' minuto può già passare in vantaggio, ma il potente tiro da fuori di Glushakov è ben parato da Belenov. Al 17' Kuban che inizia a bussare alla porta difesa da Kresic, il quale non ha problemi a parare un tiro del promettente Ivelin Popov. Seconda metà del primo tempo tutta di marca ospite, quest'ultimi ispirati da un super Miranchuk che prende l'iniziativa. Tuttavia, alla fine il risultato rimane così, rimandando tutto alla ripresa. 
Ferrovieri che vogliono vincere e al 55' dopo una bella azione collettiva la palla arriva a Maicon che mette dentro per Glushakov, il quale tira ma Belenov si supera, trattenendo da pochi passi. Passano 12 minuti Loko che ci prova con Corluka, il quale lancia N'Doye, che salta i diretti avversari e lascia partire un pallonetto che supera il portiere ma che esce di pochissimo. Passano altri tre minuti e ospiti che continuano l'assedio, sempre con l'attaccante senegalese che dopo aver recuperato palla, a tu-per-tu con Belenov, anche un po' sbilanciato, tira a lato. Ultimi quindici minuti molto intensi con gli uomini di Bilic che a questo punto meriterebbero sicuramente la vittoria, ma il portiere ex Spartak Mosca sembra essere in giornata di grazia. All'87' padroni di casa che si riaffacciano con Bucur prima, e Kulik poi, senza trovare fortune però. Il finale ci penalizza visto che, sia per me che per molti, abbiamo giocato la miglior partita stagionale. Qui potete vedere gli highlights. Il prossimo match è sabato 27 aprile ore 16.30 contro il Rostov, finalmente un avversario modesto, dopo il terribile calendario contro le big, ma non da sottovalutare.

Kuban Krasnodar vs Lokomotiv Mosca 0-0
Kuban: Belenov, Armas, Xandao, Kozlov, Leandro, Kulik, Ionov (Tsoraev, 64), Bucur, Kabore, Popov (Tlisov, 83), Balde (Niculae, 70).
Lokomotiv: Krešić, Corluka, Durica, V.Denisov, Yanbaev, Glushakov, Tarasov, Alexey Miranchuk (Grigorjev, 86), Obinna, Maicon (Caicedo, 79), N'Doye.
Ammonizioni: 26' N'Doye, 31' Maicon, 35' Denisov, 69' Tsoraev, 76' Niculae.
Arbitro: Vladislav Bezborodov (San Pietroburgo). 20 aprile. Kuban Stadium, Krasnodar. 23.723 spettatori.

Ottimo il debutto di Aleksey Miranchuk, che dimostra l'ottimo lavoro fatto dal settore giovanile

Queste le parole di Slaven Bilic dopo la partita: "Abbiamo giocato una buona partita, con occasioni da entrambe le parti. Sia noi che il Kuban volevamo il successo. Dato il numero di occasioni create avremmo dovuto vincere, però, non siamo riusciti nemmeno a segnare un goal. Il Kuban è attualmente in gran forma, ma i miei giocatori sono stati migliori. Quanto alla mia squadra, abbiamo combattuto con tutte le nostre forze in campo, cosa che mi porta a essere felice. Non mi sono ancora dato per vinto. Su Miranchuk, oggi ha giocato molto bene. L'abbiamo notato nel ritiro invernale, per poi lasciarlo per fargli frequentare la scuola, anche se ha passato gli ultimi giorni con noi. E' un ragazzo coraggioso che ha una grande visione di gioco vista la sua giovane età, con quest'ultimo che è l'unico fattore che mi fa dubitare di lui. Siamo riusciti a calmarlo prima della partita, per noi rischiare di perdere i suoi punti di forza. Miranchuk è senza dubbio il futuro della Lokomotiv."

Pagelle.
Kresic 6 | Quasi mai impegnato, quando è stato chiamato in causa ha risposto presente. 


Yanbaev 6.5 | Ormai una sicurezza sulla fascia destra. Tanta sostanza e altrettanta qualità. 

Durica 6 | L'avversario di giornata (Balde, ndr) non era di quelli forti. La difesa tiene e, perlomeno oggi, non ci sono problemi da segnalare.
Corluka 6 | vedi sopra.
Denisov 5 | Malino dopo le prime uscite. Troppo spesso è impreciso, deve ritrovarsi. 


Tarasov 7 | Capitano e trascinatore. Recupera un sacco di palloni ed è sempre presente, senza ombra di dubbio il migliore in campo da ambo le parti. 
Miranchuk 6.5 | Appena 17enne, è la sua prima gara in RPL, più che positiva. Il debutto non si dimentica e in campo sembra un veterano. Ve ne parlai da tempo, vedi intervista al fratello, e sono contento di essere stato il primo italiano a scoprirlo. Rivelazione e futuro della Lokomotiv. Spero che in futuro posano debuttare con lui altre due fenomeni come Hartiyadi e Mullin
Glushakov 5.5 | Meglio rispetto alle altre uscire, non riesce nonostante ciò a sbloccarsi.

Grigorjev s.v. | Ingiudicabile. 

N'Doye 5.5 | Si batte tanto, ma sbaglia tantissimo. Da un attaccante come lui dobbiamo aspettarci molto di più sotto-porta e se oggi non abbiamo segnato un po' di colpe son sue.
Obinna 5 | Male sulla fascia, tanti palloni persi e mai realmente pericoloso. Attendiamo il ritorno di Samedov. 
Maicon  5.5 | Torna titolare dopo un po' di tempo e fa fatica a carburare. Anche lui deve ritrovare la forma migliore, ma al top è uno dei titolari fissi. 
Caicedo s.v. | Ingiudicabile. 

Bilic 6 | Stavolta azzecca la formazione in pieno. Mettere titolare Miranchuk è una mossa da grande allenatore. Bene anche quanto riguarda il gioco, possiamo parlare veramente di una luce nella tempesta?


Vladimir Maminov, una leggenda a Cherkizovo, ha allenato per un paio di volte anche la squadra maggiore

Pareggio anche in trasferta per la Molodezhnoye, a segno per noi il promettente Koryan. Quello che colpisce di più in questa settimana è, però, che lo storico Maminov ci lascia. Dopo aver fatto centinaia di presenze da giocatore e aver curato il nostro settore giovanili per anni, per screzi con non si sa chi, ci abbandonerà. Personalmente è un boccone amarissimo da mandar giù, soprattutto perchè la società è rimasta impassibile, non dimostrando neanche un po' di riconoscenza ad una leggenda di Cherkizovo. Che schifo!

Kuban -Lokomotiv 1-1 63' Postanogov, 70' Koryan.
Kuban: Baichorov, Soblirov, Khachaturian, Himov, Karetink, Zhuravlev, Cholakian, Cholakyan (Chuvilov, 77), Harutyunyan (Romanets, 77), Postanogov (Gomleshko 89), Kasyanov ( Kalinkin, 68).
Lokomotiv: Kostrikov, Tsveyba, Mustafin, Seraskhov, Salamatov (Barinov, 74), Zakuskin, An. Miranchuk, Podberyozkin (Lomakin, 46), Hartiyadi (Pugiev, 78), Koryan, Mullin (Masimov, 65). 
Ammonizioni: Zhuravlev, 27. Khachaturian, 58. Romanets, 82. 
Arbitro: Alex Amelin (Tula) 19 aprile. Trud Stadion, Krasnodar. 

A segno il giovane Koryan, ennesimo prodotto del settore giovanile che si dimostra uno dei migliori dell'intera Russia

No comments:

Post a comment