#FCLMblog ~ From Italy to Russia, the first and the only site about Lokomotiv for the English speaking fans worldwide

Monday, 10 March 2014

20a giornata: Lokomotiv - Krylya 2-1.

L'importante era vincere e così è stato. In un Lokomotiv Stadium ben riempito e con un manto erboso in perfette condizioni, la truppa di Kuchuk ottiene tre punti fondamentali per la corsa al titolo. Con i crolli di Spartak e Zenit, infatti, ora i 'Ferrovieri' sono primi. 


Commento e analisi del match.
Nella prima partita ufficiale del 2014, in casa Loko, ci sono diversi cambiamenti rispetto allo scorso dicembre. Al posto di Diarra, Tarasov e Tigorev, ecco comparire dall'inizio Mykhalyk e il nuovo arrivato Aleksander SheshukovIn panchina torna capitan Guilherme, mentre nei titolari c'è anche l'emergente Tkachyov. Dopo un inizio non troppo esaltante, dove le squadre badano a studiarsi, le emozioni iniziano al quarto d'ora. Vitaly Denisov prende palla sulla sinistra e senza pensarci due volte, fa partire un cross perfetto che imbecca N'Doye, il quale con un fantastica incornata batte un incolpevole Veremko: è il vantaggio Loko. Ospiti che quindi provano una timida reazione, ma come da qualche mese a questa parte, la difesa di casa risponde alla grande, concedendo ben poche azioni da gol degne di nota. Anzi, il più pericoloso è ancora N'Doye, il quale, ben imbeccato da Tkachyov, davanti di nuovo a Veremko si fa però ipnotizzare. Finito il primo tempo, si passa alla ripresa, dove il Krylya per forza di cosa prova a pareggiarla. La squadra allenata da Tsygankov, infatti, ci prova in tutti i modi, ma Abaev è insuperabile. Al 59' esce un impalpabile Boussoufa per Ozdoev, ed è questo il cambio che fa vincere la partita ai rossoverdi, nonostante nell'immediato Tkachyov va vicinissimo al 2-0.  Il gol del raddoppio, però, arriva lo stesso con l'ingresso di Pavlyuchenko. L'ex Tottenham, infatti, al 77' recupera un ottimo pallone a centrocampo, serve in profondità Ozdoev, il quale da posizione defilata batte con un bellissimo tiro il portiere avversario. Le 'Ali' di Samara allora si riversano tutte in attacco e proprio ora Dragun si inventa il gol della vita che assicura un finale ad alta tensione. I 'Ferrovieri', però, tengono e al fischio finale di Vilkov tutto lo stadio può esultare: è primato solitario. Domenica ci sarà la difficilissima trasferta di Perm' contro l'Amkar di Cherchesov, si confida come al solito nell'ottima preparazione di Kuchuk. Davaj Loko.

Queste le parole di Kuchuk: "Nel calcio ci sono delle sorprese come la partita tra Dinamo e CSKA. Nel secondo tempo tempo non abbiamo concesso nulla al Krylya. Ci siamo rilassati e siamo stati appagati. Cosa bisogna farci, questo è il calcio. Con Ozdoev ho parlato prima della partita, confidavo in lui e oggi ha giocato alla grande." In quale percentuale è pronta la squadra? "Questo verrà mostrato dalle partite di campionato." 

Lokomotiv Mosca - Krylya Sovetov Samara 2-1
18' N'Doye, 77' Ozdoev, 88' Dragun.
Lokomotiv: Abaev, Corluka, Mykhalyk, Durica, Denisov, Shishkin, Sheshukov, Boussoufa (Ozdoev 59), Samedov (Maicon, 74), Tkachyov , N'Doye (Pavlyuchenko, 70).
Krylya: Veremko, Amisulashvili, Tsallagov, Verkhovtsov, Goreux (Chochiev, 72), Bruno Forbes, Yatchenko, Dragun, Nemov, Makhmudov, Kornilenko (Caballero, 63). 
Ammonizioni: 81' Tsallagov, 90' Makhmudov. 10 marzo. Lokomotiv Stadium, Mosca. 12.130 spettatori.

Pagelle.
Abaev 6.5 | Peccato per il gol, altrimenti sarebbe stata l'ennesima gara a Cherkizovo senza subire reti. Per il resto match di sostanza, nel quale è stato protagonista anche di ottimi interventi. 
Shishkin 5.5 | Di reali problemi ne li crea ne li fa creare agli avversari, ma da uno che ambisce alla casacca della nazionale russa, tutti i tifosi si aspettano di più. 
Durica | Ben poche sbavature e tanta sicurezza per lo slovacco, che assomiglia sempre di più al vino: più il tempo passa e più diventa buono. 
Corluka 6.5 | Sia Kornilenko prima che Caballero poi sono due clienti non facilissimi, ma l'ex Tottenham li doma bene. 

V. Denisov 7.5 | Il migliore in campo. Spina nel fianco in attacco e preciso e puntuale in difesa. La rete del vantaggio arriva da uno suo splendido cross, che gli ha permesso di fare il suo 5 assist stagionale. Non male. 
Mykhalyk | L'allenatore bielorusso continua a dargli fiducia e lui continua a non ripagarla. Inspiegabile il suo crollo nel giro di pochi anni, eh si che alla Dynamo Kiev era pure molto quotato...

Sheshukov 5.5 | Difficile debuttare per Sheshukov con molta pressione sulle spalle e poca interazione con i compagni. Qualche spunto ce lo ha avuto, ma ben poca cosa rispetto alle a volte sovrumane prestazioni di Tarasov
Tkachyov 6.5 | Mandare in panchina uno come Maicon non è mai facile, ma l'ex proprio del Krylya non lo fa rimpiangere. Bene sia sulla destra che sulla sinistra. Sorpresa di giornata. 
Samedov | Solita prestazione sufficiente per Sasha. 
Boussoufa | Tanta buona volontà ma ben poca concretezza. Esce contrariato per far spazio a Ozdoev, a volte un po' di umiltà non farebbe male...
N'Doye 7 | Altro gol e altra partita da 7 in pagelle. Sono finiti i complimenti per il senegalese. 

Ozdoev 7| Promosso ormai a trequartista di fantasia, 'Mago' appena entra si comporta alla grande e oltre a fare un grandissimo gol, recupera molti palloni e fa sempre la scelta giusta. Si spera solo di vederlo in campo più spesso. 
Pavlyuchenko 6.5 Decisivo nell'occasione del gol del raddoppio, si batte bene per tenere alta la squadra. 
Maicon Entra, prende falli e aiuta a guadagnare minuti. 
Kuchuk 6.5 | Azzecca alla grande i cambi, ma rimane un autentico mistero l'uso sfrenato di Mykhalyk. Per il resto l'importante era ottenere una vittoria ed essa è arrivata. 

Statistiche e curiosità.
//. 

La Molodezhnoye.
Anche la Molodezhnoye vince, ma al contempo convince anche. Un 3-0 secco contro pari età del Krylya senza storia. Protagonista assoluto un nome nuovo a molti: Andrea Chukanov, attaccante di origini proprio italiane, autore di una doppietta. L'altra rete, invece, è stata siglata dal sempre ottimo Lomakin. Da segnalare anche le convincenti prestazioni di Lystsov, Makarov e soprattutto Lobantsev, che più volte ha salvato la porta rossoverde. Ora gli uomini di Klyuev sono terzi, avendo superato proprio le 'Ali' di Samara in classificaPer la classifica: QUI.  

No comments:

Post a comment