#FCLMblog ~ From Italy to Russia, the first and the only site about Lokomotiv for the English speaking fans worldwide

Sunday, 13 April 2014

25a giornata: Lokomotiv - Anzhi 0-0.

Finisce con un deludente pareggio a reti bianche l'ennesimo test match per gli uomini di Kuchuk. Tanta sfortuna e un Kerzhakov per un giorno figlio di Jashin, infatti, impediscono alla Loko di fare bottino pieno, la quale perde così il posto da capolista a favore dello Zenit


Commento e analisi del match.
Come nei precedenti incontri, Leonid Kuchuk sorprende tutti e attua dei cambiamenti di formazione. In questo caso torna titolare Abaev, mentre Shishkin va in panchina al posto di Mykhalyk. Tornano inoltre Boussoufa Diarra dai rispettivi infortuni ed entrambi finiscono in panchina. Dall'altra parte, invece, da notare le presenze di due grandi ex, Bilyaletdinov e Eschenko. Solo panca per Aliev, acclamato, a fine di gara dalla sud, a tornare a Cherkizovo. La prima occasione del match è sui piedi di Mykhalyk, ma il tiro dalla distanza dell'ucraino viene parato da Kerzhakov, il migliore dei suoi. Successivamente capitan Samedov riesce a guadagnarsi un buon calcio di punizione dal limite che lui stesso batte, ma il portiere dago afferra la palla ancora con sicurezza. Passa poco e la Loko va vicina ancora più nitidamente al vantaggio con N'Doye, il colpo di testa del quale si stampa sulla traversa. Sempre il senegalese pochi minuti dopo è ancora pericoloso in mezzo all'area, ma il suo pericoloso tiro viene mandato in corner. A questo punto rispondono anche gli ospiti con Bystrov, il quale vinto un rimpallo di fortuna con Abaev, si presenta davanti alla porta sguarnita, ma all'ultimo un grande Durica salva tutto. Tuttavia, non è finita qui. L'ultima occasione del primo tempo è ancora per la Loko sui piedi di N'Doye, il quale in mischia sbaglia incredibilmente, quasi inciampando sul pallone. Nella ripresa entra prima Boussoufa, per uno spento Ozdoev, e poi anche Diarra, per Mykhalyk. La musica dovrebbe cambiare, ma l'Anzhi rimane compatto e costringe i padroni di casa ad uno sterile possesso palla. Come se non bastasse, si infortuna anche Maicon, al posto del quale entra Grigorjev. E proprio l'ex Spartak ha l'occasione più ghiotta della partita con un tiro dal centro dell'area davanti a Kerzhakov, che però finisce alto sopra la traversa. Negli ultimi minuti non succede più niente e così a Egorov non resta che fischiare lo 0-0 finale. Loko che così perde altri due punti, venendo superata dallo Zenit

Queste le parole di Kuchuk: In che stato è Maicon? Quanto è grave il suo infortunio? "Dobbiamo capirlo. In cinque minuti è impossibile fare una diagnosi. Ha bisogno di particolari cure, solo allora potremo dire qualcosa." Perchè la squadra è stata così poco efficace in attacco? "Oggi c'è stato un rivale oltre a noi che ha difeso il risultato qualitativamente. Abbiamo creato delle occasioni, ma è mancata un po' di fortuna." Lo Zenit ha giocato prima, c'era un po' di pressione? "Onestamente non fa differenza giocare primo o dopo. Sono necessari gioco e prontezza, il resto è irrilevante." Non pensi che la presenza di Aleksey Miranchuk o Tkachyov dall'inizio avrebbe potuto aiutare la squadra in attacco? Entrambi sono in grado di dare bene l'ultimo passaggio. "Tutti devono essere in grado di fare questo. Ma a volte è difficile farlo. Tkachyov poi si è infortunato contro il Volga, uscendo zoppicante nel finale." Un incontro con lo Spartak equivale ad uno di Champions League. E di questo cosa dici? "Il campionato russo è difficile. C'è un sacco di densità in campo e poco spazio. L'Anzhi è una squadra di tutto rispetto che ha tenuto testa all'AZ Alkmaar, una delle squadre olandesi migliori che gioca regolarmente in competizioni internazionali, in Europa League. Giudicate voi." Possiamo dire ora che lo Zenit è favorito per il titolo? "Voi cosa ne pensate?" Che la Loko ora ha meno chance. "E quando eravamo dietro di 6 punti? Noi non rinunceremo mai e giocheremo per ottenere risultati significativi. Mi piacciono gli allenatori che non mollano mai prematuramente. Questo è il mio credo. Ci vuole un atteggiamento calmo nella situazione attuale." Come si spiega il fatto che la Lokomotiv possa vincere il terzo titolo della sua storia e che allo stadio ci sono così poche persone? "Come si può spiegare? Coloro che vengono allo stadio, supportano alla grande la squadra e io gliene sono grato. Naturalmente se lo stadio fosse pieno, sarebbe perfetto: i fan aggiungerebbero energia. Tuttavia, questa è la realtà."  

Lokomotiv Mosca - Anzhi Makhachkala 0-0
Lokomotiv: Abaev, Yanbaev, Corluka, Durica, Denisov, Mykhalyk (Diarra, 58), Sheshukov, Samedov, Ozdoev (Boussoufa 46), Maicon (Grigorjev, 68), N'Doye.
Anzhi: Kerzhakov, Eschenko, Gadzhibekov, Grigalava, Epureanu, Bilyaletdinov, Akhmedov, Bystrov (Gadzhiev, 71), Maksimov, Smolov (Ewerton, 37), Bukharov (Serderov, 82).
Ammonizioni: 52' Akhmedov, 57' Boussoufa. 13 aprile. Lokomotiv Stadium, Mosca. 11.499 spettatori.

Pagelle.
Abaev 6 | Raramente chiamato in causa, continua il periodo di imbattibilità. 
Yanbaev 6 | Buona spinta sulla corsia di destra, tuttavia a volte lascia degli insidiosi buchi, ben coperti dai compagni. 
Durica | Il migliore in campo. Alla 100esima in rossoverde non sbaglia praticamente nulla. 
Corluka 6.5 | Bene in difesa, peggio in fase di impostazione. Diversi palloni persi e possesso mal gestito.
V. Denisov | Una volta in attacco, non affonda mai sulla sinistra.
Mykhalyk | Altra prestazione da gravemente insufficiente in pagella. In estate dovrà cercarsi una nuovo squadra. 
Sheshukov 6.5 | Nel primo tempo è tra i migliori, poi cala come i compagni. Perde la concentrazione e anche le cose semplici diventano le più difficili. 
Maicon 5.5 | Dopo l'indimenticabile match di lunedì, ci si aspettava molto dal brasiliano. Invece delude e esce in barella per infortunio. Speriamo che almeno non sia niente di grave. 
Samedov 6.5 | L'unico che prova a inventare qualcosa, sfruttando anche la presenza di Capello allo stadio per mettersi in mostra. 
Ozdoev | Partita letteralmente da dimenticare per Ozdoev che sbaglia veramente tutto. Come se non bastasse, si è mangiato definitivamente una chance per il mondiale. 
N'Doye 5.5 | Impreciso è un eufemismo. Kerzhakov para tutto e per un giorno il senegalese ricorda il connazionale Baye Fall, che a Cherkizovo di certo non ha lasciato un bel ricordo. 
Boussoufa | Entra e prova a fare qualcosa, ma le settimane di assenza si sentono nell'interazione con il resto della squadra.
Diarra 6Appena subentrato in campo si presenta con una serpentina da campione. Poi si fa male, infortunio da valutare, e rimane in campo solo per la maglia.
Grigorjev  Ha la palla della vittoria sui piedi ma sbaglia clamorosamente. Flop.
Kuchuk | Sbaglia la formazione iniziale. Uno come Mykhalyk merita di essere radiato dalla Russia, mentre Ozdoev è fuori forma. Con i campioni Diarra e Boussoufa dall'inizio probabilmente sarebbe stata un'altra storia. 

Statistiche e curiosità.
Gara numero 100 per Durica in maglia Lokomotiv, presenze così suddivise: 6 in Europa League, 2 in Kubok Rossii e 92 in RPL. Foto omaggio dei tifosi: QUI. Precedentemente il difensore slovacco era già arrivato a quota 150 nel massimo campionato russo. 

La Molodezhnoye.
Altra brutta sconfitta per le riserve. Stavolta a far festa è l'Anzhi, che vince grazie all'unica rete del match segnata da Udunyan. 'Ferrovieri' penalizzati dalle pesanti assenze di Lobantsev, Lystsov e Koryan, impegnati con le nazionali giovanili. Loko che retrocede così al quarto posto a quota 39, a favore proprio dei daghestani ora a quota 41Per la classifica: QUI.  

No comments:

Post a comment