#FCLMblog ~ From Italy to Russia, the first and the only site about Lokomotiv for the English speaking fans worldwide

Monday, 5 May 2014

28a giornata: Lokomotiv - Zenit 1-1.

Alle 13.30 moscovite tutta la Russia si è fermata, con Loko e Zenit che non hanno deluse le attese. A Cherkizovo finisce 1-1, ma le emozioni non mancano. Con due giornate ancora da giocare rientra nella lotta al titolo anche il CSKA, il quale crea un finale da urlo, il migliore degli ultimi anni.


Commento e analisi del match.
Tra infortuni e squalifiche varie, Kuchuk è costretto a cambiare di nuovo. Al posto di Corluka c'è Mykhalyk che va a far coppia con Durica al centro della difesa. Sulla sinistra promosso Yanbaev al posto di Denisov, mentre in mezzo al campo il bielorusso è costretto all'inedita coppia composta da Sheshukov e Ozdoev. Chiude N'Doye, che torna dall'inizio a discapito di Pavlyuchenko. Il primo sussulto è degli ospiti, ma il colpo di testa di Hulk finisce sopra la traversa. Risponde nella stessa maniera anche la Loko, con N'Doye che impegna Lodygin. La partita, tuttavia, rimane equilibrata con ben pochi sussulti. Uno dei pochi è ancora dei rossoverdi, i quali colpiscono una clamorosa traversa con Samedov con un calcio di punizione da circa 30 metri. Si passa così ai dieci minuti finali della prima frazione di gioco, dove un errore di Durica cambia il match: lo slovacco sbaglia un rilancio, la palla arriva a Rondon, il quale di controbalzo batte Abaev. Nella ripresa la gara rimane ancora in equilibrio sino circa al 63', momento dell'ingresso di Diarra. Il francese cambia, infatti, completamente l'inerzia della partita, la quale non si fa influenzare dall'incredibile cambio di arbitro (fuori l'infortunato Egorov dentro Igor' Nizovtsev). Nei primi minuti, tuttavia, i 'Bomzhi' tengono e rischiano anche di fare il secondo, ma un monumentale Shishkin salva tutto Shatov. I 'Ferrovieri' riescono quindi a passare grazie ad un errore clamoroso di Lodygin, il quale non trattenendo in aria un pallone innocuo, permette a Tkachyov di pareggiare i conti. A questo punto Villas Boas si copre mettendo Tymoshchuk, assicurando alla sua squadra un finale ad alta tensione. I padroni di casa ci provano in tutti i modi con un Diarra infermabile, ma nemmeno i sette minuti di recupero bastano. Finisce 1-1 con la distanza in vetta che rimane invariata. La classifica recita ora Zenit 60, Lokomotiv 59, CSKA 58. Mancano due giornate, facciamo parlare il campo. Mettetevi comodi e godetevi la migliore RPL di questi anni, sperando ovviamente che finisca nel miglior modo possibile. 

Queste le parole di Kuchuk: Ha giocato una nuova coppia di difensori centrali. Durica, però, è sembrato più nervoso di Mykhalyk, no? "Entrambi hanno giocato bene. Si, è stato commesso un errore e Rondon ha segnato, ma noi abbiamo pareggiato nello stesso modo. La partita era difficile psicologicamente, abbiamo cercato di giocare in modo aggressivo. Non abbiamo dato spazio nelle ripartenze e abbiamo vinto un sacco di contrasti. Difficile, ma interessante match." Diarra non poteva giocare tutta la partita? "Nel finale della partita contro l'Anzi si è infortunato a seguito di un contrasto con Serderov, ritornando col gruppo solo due giorni fa. So che è un giocatore esperto che ci può aiutare, ma non era pronto a giocare tutti e novanta i minuti. Nella stessa situazione era Denisov, anche con lui abbiamo rischiato. Sono dispiaciuto per questo, ma dovevamo giocare aggressivi. Con Roman Pavlyuchenko, inoltre, abbiamo intensificato la pressione. Abbiamo provato a vincerla." Sei soddisfatto del risultato? "Ci sono altre due giornate e la corsa continua. Sono grato alla mia squadra che ha combattuto sino alle fine su ogni pallone." E' possibile che Diarra e Denisov abbiano subito una ricaduta dopo gli infortuni? "Il calcio è uno sport di contatto e di solito dopo le partite io sono abituato a chiedere ai miei giocatori se va tutto bene. Ci possono essere degli acciacchi, bisogna saperli affrontare." Soddisfatto del match dei difensori su Hulk? "Non gli abbiamo concesso occasioni. Nelle altre partite aveva creato di più.Spiega la sostituzione N'Doye-Pavlyuchenko. Alcuni, inoltre, suggeriscono di giocare con due centravanti. "A volte una partita merita degli accorgimenti, così si cambiano i giocatori. Questa variazione è stata fatta chiaramente per guadagnare nel gioco. Forse non lo avete notato, ma la pressione si è intensificata. Si può giocare anche con quattro attaccanti, solo che la zona più pericolosa è il centro del campo. Se perdi li, subirai un sacco di azioni sulle fasce. Ho pensato che così avremmo giocato meglio, creando di più.

Lokomotiv Mosca - Zenit 1-1
36' Rondon, 76' Tkachyov.
Lokomotiv: Abaev, Shishkin, Mykhalyk, Durica, Yanbaev, Sheshukov, Ozdoev (Diarra, 63), Samedov, Boussoufa, Tkachyov (Denisov, 81), N'Doye (Pavlyuchenko, 70).
Zenit: Lodygin, Criscito, Lombaerts, Neto, Anyukov, Danny (Tymoshchuk 82), Shatov, Fayzulin, Witsel, Hulk, Rondon.
Ammonizioni: 19' Neto, 45' Boussoufa.
Arbitro: Aleksander Egorov (Saransk ), Igor Nizovtsev (Nizhny Novgorod). 4 maggio. Lokomotiv Stadium, Mosca. 26.500 spettatori.

Pagelle.
Abaev 6 | Sulla rete di Rondon vede il pallone soltanto all'ultimo. Per il resto match sicuro sotto gli occhi di un attento Capello.
Shishkin 6.5 | Sempre meglio sulla corsia di destra. Vista la sua poliedricità, uno come lui al Mondiale farebbe sempre comodo per la Russia.
Durica 4.5 | Regala il gol del vantaggio allo Zenit e commette degli sbagli ingenui. Senza Corluka torna quello di una volta, ma chi avrebbe fatto il contrario?
Mykhalyk 6.5 | Finalmente, la prima partita veramente convincente da quando veste il rossoverde. Fare il difensore centrale è il suo ruolo e si vede: impeccabile. 
Yanbaev | Senza ombra di dubbio il migliore in campo: annulla Hulk
Ozdoev 5| Parte bene poi si spegne. Brutto il gesto della maglietta gettata. Inutile le scuse su Twitter, deve sicuramente maturare ulteriormente. 
Sheshukov 6.5 | Altra gara convincente per l'ex Rostov. Qualche volta perde delle palle ingenue, ma sa difendere ed aiutare i compagni nel momento del bisogno in mezzo al campo.  
Tkachyov 6 | Gol a parte, da ricordare c'è solo qualche accelerazione. Ma che importanza l'1-1. 
Samedov 5.5 | Prende una traversa e quello è il suo unico lampo durante la partita. 
Boussoufa 6.5 | Torna con grande stile e domina la trequarti: essenziale.
N'Doye 5 | Probabilmente la maggiore delusione della partita. Contro Neto e Lombaerts non combina nulla e tanto basta a descrivere la gravità della situazione. 
Diarra 6.5 | Entra e la gara cambia. 
Pavlyuchenko | Entra, ci prova e non incide, il tempo a disposizione è troppo poco.
Denisov s.v. Entra nel finale e non può essere decisivo. 
Kuchuk | Carattere, grinta e uno Yanbaev strepitoso: l'asso nella manica è servito.

Statistiche e curiosità.
//.  

La Molodezhnoye.
Continua, invece, la rincorsa al terzo posto per gli uomini di Klyuev. Contro le modeste riserve dello Zenit, infatti, arriva un facile successo targato Lomakin, secondo miglior capocannoniere del campionato, e Chukanov. Con due gare ancora da giocare, l'Anzhi dista tre punti mentre il Krylya uno. Per la classifica: QUI.  

No comments:

Post a comment