#FCLMblog ~ From Italy to Russia, the first and the only site about Lokomotiv for the English speaking fans worldwide

Sunday, 25 May 2014

Pagellone della stagione 2013-2014.

Un RPL positiva che permetterà di crescere: questa in sintesi l'annata rossoverde. Con Kuchuk la Loko è risorta e tra rimpianti e gioie, l'anno prossimo giocherà di nuovo in Europa. Ecco, quindi, il consueto pagellone di fine anno, il quale riassume quelle che sono state tutte le emozioni dei 'Ferrovieri' in questo 2013-2014.

5k9p
Vedran Corluka: il migliore di questa stagione.

Portieri.
1 Marinato Alvim GUILHERME -> Il rigore parato a Makhachkala a Eto'o sembrava l'inizio dell'idillio. Poi l'infortunio rimediato con il CSKA e il ritorno nel 2014. Quando chiamato in causa ha sempre convinto. Ampia sufficienza, quindi, per il capitano rossoverde. 
Voto: 7
16 Aleksey SHIROKOV -> Uomo spogliatoio, conta 0 presenze nella stagione 2013-2014. Voto: s.v.
22 Dario KRESIC -> Obbrobrioso. Gioca una solo gara e fa un errore decisivo. Trasferitosi al Mainz, non gioca una sola partita, mentre è notizia di qualche giorno dl passaggio al Bayer Leverkusen sempre come riserva, dove potrà giocare la Champions League. Evidentemente il suo agente sa fare un ottimo lavoro.  Voto: 4
41 Miroslav LOBANTSEV -> Impiegato solo con la Molodezhnoye, riesce a conquistare solo qualche panchina chiuso da Abaev. Avrà il tempo per mettersi in mostra, magari in prestito da qualche parte. Voto: s.v.
81 Ilya ABAEV -> Sicuramente una delle note più positive in questa stagione. Arrivato dal derelitto Volga, sembrava la classica riserva in attesa del titolare. In breve tempo, però, zittisce tutti e si conferma come uno dei migliori estremi difensori della RPL 2013-2014. Non convocato per i Mondiali, sbaglio di Capello, rappresenta il perfetto mix tra esperienza e voglia di fare. Con la partecipazione in Europa, si prospetta un'altra ottima annata per l'ex portiere cresciuto nella Torpedo. Voto: 7.5

Difensori.
5 Taras BURLAK -> Chiuso da un super stagione di Corluka e Durica, riesce a racimolare una sola presenza nel 2013 contro l'Amkar quando il croato fu assente per squalifica. A gennaio passa al Rubin, ma finisce il campionato in anticipo per un infortunio. Vedremo realmente di che pasta è fatto nella prossima annata: la nuova e bellissima Kazan' Arena lo attende. Voto: s.v.
14 Vedran CORLUKA -> Per costanza di rendimento e voti, senza ombra di dubbio il migliore della stagione. Da quando è a Mosca i suoi errori si contano sulle dita di una mano e come se non bastasse ha salvato la squadra in più occasioni. Premiato ed elogiato da molti come il miglior difensore di tutta la Russian Premier League, se la Loko ha la miglior difesa del campionato, gran merito è suo. Sempre pulito e preciso nelle uscite e nelle marcature, si prepara a vivere il mondiale alla grande da protagonista. Voto: 8.5
17 Taras MYKHALYK -> Da difensore centrale è presentabile, da mediano no. Visto il suo utilizzo prevalentemente a centrocampo, quindi, la sua stagione va considerata un vero e proprio flop. Solo uno l'acuto, se così si può chiamare: il 2-2 segnato a Samara che ha permesso ai rossoverdi di non perdere. Il resto, però, non è colpa sua: Kuchuk deve veramente capire che i pregi dell'ucraino sono altri e nel match di ritorno contro lo Zenit si è visto.  Voto: 5
28 Jan DURICA -> Probabilmente la miglior stagione nella carriera dello slovacco. Insieme a Corluka ha costituito un vero e proprio baluardo per l'allenatore bielorusso. Sbagli non ne sono mancati, vedi entrambe le gare con lo Zenit, ma svariate volte ha coperto il croato quando non era al massimo. Tanto sacrificio anche per la maglia: emblematica in tal senso l'immagine con la maglietta piena di sangue a Rostov. In pratica un vero guerriero che alla soglia dei 33 anni vive una seconda giovinezza, grazie alla quale ha tagliato anche le 100 presenze con la maglia rossoverde. Voto: 8
29 Vitaly DENISOV -> Che bellezza. Sei mesi di ambientamento con Bilic e poi l'esplosione con Kuchuk. Come dicono in molti, altro che Eschenko. Il "Dani Alves uzbeko" si conferma per media voto il miglior terzino sinistro del campionato: non lo diciamo noi, bensì i voti dati dai principali quotidiani online russi. Con ben 6 assist, inoltre, è stato alle spalle di Samedov (8) il miglior assist-man della stagione. Grazie ad essa è entrato di diritto nei cuore dei tifosi, i quali sempre di più hanno apprezzato il suo sacrificio e la voglia di vincere, entrambi contraddistinti dal non mollare mai. Voto: 8
49 Roman SHISHKIN -> Grazie a Kuchuk ritrova lo smalto di un tempo. Prima  come terzino destro, poi anche come centrocampista centrale nel 2014. Spesso capitano in assenza di Guilherme e Tarasov, avrebbe meritato anche lui la convocazione ai Mondiali. Capello, però, non ama gli esterni con le sue caratteristiche, così rimarrà a Mosca, pronto a preparare un'altra annata vincenteVoto: 7
51 Maksim BELYAEV -> Nessun minuto per Belyaev, il quale per forza di cose dovrà lasciare Cherkizovo l'anno prossimo. La meta migliore per un prestito sarebbe Rostov, dove ritroverebbe molti ex compagni e dove avrebbe l'occasione di giocare di nuovo in Europa. VedremoVoto: s.v.
55 Renat YANBAEV -> Come Shishkin, anche Yanbaev si è reso protagonista di una stagione più che positiva. Utilizzato su entrambe le fasce, da ricordare su tutte la gara contro lo Zenit al Lokomotiv Stadium quando annullò e umiliò Hulk. A ormai 30 anni si conferma ancora un ottimo terzino, nonchè uno dei veterani della Loko. Voto: 7

Centrocampisti.
4 Alberto ZAPATER -> Soltanto una la presenza per il mediano iberico in questa stagione: a luglio contro il Volga. Poi qualche panchina e infine il vuoto. Da tempo ha un infortunio cronico e fonti non confermate dicono che potrebbe anche chiudere la carriera. Interpellato su Instagram, Tarasov invece ha detto che si sta allenando con la Lokomotiv II e che potrà magari giocare lì l'anno prossimo. Chi ha ragione non si sa, rimane il fatto che la carriera per lo spagnolo sarebbe potuta essere di gran lunga migliore, le qualità d'altronde non gli mancanoVoto: s.v.
6 Maksim GRIGORJEV -> Che delusione. Kuchuk quando ha potuto gli ha dato fiducia, che però l'ex Spartak non è mai stato in grado di ripagare. Impiegato sia come titolare che come riserva, si è dimostrato inadeguato in un contesto come quella della Loko, vale a dire quello di top club. In estate sarà messo sul mercato e come per Belyaev la destinazione Rostov, a oggi, appare la migliore per tutti
Voto: 4
8 Aleksander SHESHUKOV -> Arrivato come tappa buchi, si è dimostrato un onesto mestierante capace di fornire anche delle ottime prestazioni. Sa sacrificarsi e menare, gli manca la personalità dei grandi giocatori. Come riserva ci sta e visto il triplo impegno della prossima annata, verrà molto probabilmente confermato. Voto: 6
11 Mbark BOUSSOUFA -> Se nel 2013 ha fatto vedere tutte le sue immense qualità, nel 2014 ha fatto capire come a fronte di una buona offerta può essere ceduto. Il marocchino, infatti, ha delle grandi doti, le quali però sono unite ad una forte incostanza e ad una tendenza ad infortunarsi. A quasi 30 anni non ha saputo fare il salto di qualità decisivo e, quindi, non è indispensabile a Cherkizovo. Voto: 6.5
19 Aleksander SAMEDOV -> Dopo aver fatto malino con Bilic ed essere partito male con Kuchuk, esplode una volta capiti i dettami tecnici dell'allenatore bielorusso. Grazie a nuovi compiti, infatti, l'ex Dinamo non solo si è confermato uomo-assist, ma ha saputo anche trascinare la squadra nei momenti di difficoltà. A tal proposito, vengono subito in mente le trasferte con Terek e Krasnodar, decise proprio da suoi sigilli nel finale. Diventato titolare anche nella Sbornaya, è maturato molto in tutti i sensi. Voto: 8
23 Dmitry TARASOV -> Se non fosse stato per quel terribile infortunio staremmo sicuramente a parlare d'altro. Ci riferiamo solo al 2013, quand'è sicuramente stato il migliore dei suoi. Ha debuttato anche con la nazionale russa e segnato all'esordio. Salta il mondiale, ma dalla prossima stagione ha promesso di fare faville. Lo attendiamo impazienti, il forte Tarasov non molla mai. Voto: 7.5
26 Jan TIGOREV -> Comprimario nel 2013, infortunato nel 2014. Se con Bilic fu il migliore, con Kuchuk non riesce a ripetersi chiuso da Diarra e condizionato da qualche stop di troppo. Da considerare la sua permanenza alla Loko, in mezzo al campo sono davvero in troppi e suo malgrado Tigorev è considerato straniero. Voto: 6
27 Magomed OZDOEV-> Come disse Couceiro, ha delle potenzialità enormi. Anche in questa annata va a sprazzi, dove però ad emergere sono i momenti sotto tono. Il gol al Krylya e gli assist nel finale a Groznyi e Krasnodar sono ottimi ricordi, ma non basta. Spesso esce dal campo e il suo apporto è praticamente nullo. Deve migliorare su questo e poi tutti siamo d'accordo che esploderà, dando il meglio di seVoto: 6
59 Aleksey MIRANCHUK -> Come Ozdoev è troppo discontinuo, racimolando anche un minor minutaggio all'ex Terek. Kuchuk, infatti, nel 2013 lo relega costantemente in panchina, salvo poi recuperarlo nel 2014. Lui sfodera qualche giocata ma non basta, vista l'abbondanza sulla trequarti, un prestito per fare le ossa sarebbe perfetto, magari in una neo-promossaVoto: 5.5
77 Sergey TKACHYOV -> Presentato dagli addetti ai lavori come l'"Hulk russo", ha vissuto quella che si può chiamare "stagione di ambientamento in un top club". Arrivato dalla serie B ucraina, era necessario abituarsi a nuovi ritmi e obbiettivi. Ce l'ha fatta in parte. Usato spesso dall'allenatore bielorusso, che lo conosce bene, sia sulla fascia che come 'fantasista', l'ex Sebastopol' ha sicuramente fatto intravedere delle doti importanti. Per giudicarlo completamente è meglio aspettare la prossima stagione, allora si che si capirà di che pasta è fatto. Voto: 6
85 Lassana DIARRA -> Se non si fosse dimostrato troppo scontroso, avrebbe fatto sicuramente di più. Il valore, però, non si discute assolutamente, visto che tutti i maggiori giornalisti russi concordano all'unanimità che lui sia il miglior mediano in Russia. Quando vuole ha fatto ottime cose e questo non glielo si può togliere, ma per il bene suo e della Loko è meglio che se ne vada. Da segnalare che il suo gol all'Ural è stato nominato il migliore di questa stagione dai tifosi. MolodetsVoto: 7

Attaccanti.
7 Marquez Bitencourt MAICON -> Fino al suo infortunio la Loko vola sulle ali dell'entusiasmo, capace di sfruttare le doti del brasiliano. Con l'assenza dell'ex Fluminense iniziano i problemi, sulla fascia sinistra infatti nessuno si riesce ad imporre. Troppo importante, infatti, la sua spinta, esperto nelle accelerazione e nelle ripartenze, in pratica fondamentale nello scacchiere di KuchukVoto: 6.5
9 Roman PAVLYUCHENKO -> Se a luglio avremmo pronosticato una stagione del genere per 'il gigante addormentato', tutti ci saremmo messi a ridere. Kuchuk, invece, conosce bene i suoi elementi e lo recupera alla grande. A 33 anni non si può pretendere più di così dall'ex Tottenham, il quale non si è fatto mancare prestazioni convincenti. Basti pensare alla doppietta col Terek o al sontuoso assist a Krasnodar per Miranchuk. Vedremo che ruolo avrà l'anno prossimo, quando probabilmente arriverà un altro centravanti in vista dell'Europa League. Voto: 7
13 Victor OBINNA-> Praticamente mai usato da Kuchuk, è il classico giocatore mediocre dotato solo di un buon atletismo e con un buon procuratore. In un contesto come quello di Chievo Verona si è reso protagonista di una doppietta all'Inter e poi basta: quella è la sua dimensione. Lui vuole rimanere in Italia e la Loko vuole una sua cessione: si arriverà ad un buon compresso per entrambi. Voto: 4
25 Felipe CAICEDO -> Un gol al Rostov e tanta panchina. Giusta la sua cessione negli Emirati Arabi. Come centravanti non è male, ma alla Loko non ha saputo imporsi. Meglio all'Al Jazira, dove in un contesto mediocre segna. Tornerà in Europa? Chissà, a Cherkizovo rimane il rimpianto, ma intanto si godono i frutti della cessione.  Voto: 4.5
33 Dame N'DOYE -> Una prima parte di stagione stellare, poi il crollo. Nel 2013 segna ben 10 reti, poi tornato dalla pausa invernale si dimentica come si fa gol. Sbaglia tanto e la squadra ne risente, emblematici i match con Spartak e Anzhi. Kuchuk sa come recuperalo, ma nel frattempo urgono rinforzi la davanti e la concorrenza si farà per forza di cose più serrata.  Voto: 6.5

Allenatore.
Leonid Kuchuk -> Un genio, poco da dire. Per quello che ha fatto a Cherkizovo si merita la palma di miglior allenatore di Russia. Ha rigenerato un ambiente completamente a pezzi dopo la cura Bilic, recuperando quel carattere che ha sempre contraddistinto la Loko nel passato. Come se non bastasse, ha dato un fisionomia ben precisa alla squadra: fatta di ripartenze con la miglior difesa del campionato. Nonostante qualche errore, solo gli infortuni e la mancanza di riserve all'altezza lo hanno tradito, visto che per il resto l'uomo stagione di tutto il campionato è lui. Ora sotto anche con l'Europa: a Cherkizovo ora si vuole solo migliorare. Voto: 9

Presidente.
Olga Smorodskaya -> Nomina Kuchuk e azzecca il cambio alla grande. Si dedica all'aspetto economico e fa altrettanto bene, permettendo alla Loko di essere una delle prime squadre in Russia per introiti. Questo è il suo anno, brava Olga. Voto: 7

Ecco, infine, tutte le statistiche di questo emozionatissimo campionato:

Soccer.png
Classifica marcatori.
13 reti: N'Doye.
7 reti: Samedov.
6 reti: Pavlyuchenko.
5 reti: Maicon.
4 reti: Tarasov.
3 reti: Tkachyov.
2 reti: Shishkin, Boussoufa.
1 rete: V. Denisov, Durica, Caicedo, Lassana Diarra, Mykhalyk, Corluka, Ozdoev, Aleksey Miranchuk.

Football pictogram.svg 
Classifica assist.
8 assist: Samedov.
6 assist: V. Denisov.
5 assist: Boussoufa, Maicon.
3 assist: Ozdoev.
2 assist: Durica, Tkachyov, Pavlyuchenko.
1 assist: N'Doye, Corluka, Yanbaev, Tarasov, Diarra.


Grazie a tutti, alla prossima stagione!

No comments:

Post a comment