#FCLMblog ~ From Italy to Russia, the first and the only site about Lokomotiv for the English speaking fans worldwide

Friday, 28 February 2014

Finisce il mercato invernale: resoconto e considerazioni.


Acquisti: Sheshukov (c, Rostov, 1.000.000 €).

Cessioni: Kresic (p, Mainz 05, parametro zero), Burlak (d, Rubin Kazan', 2.500.000 €), A. Ivanov (d, Sibir' Novosibirsk, parametro zero), Chochiev (c, Krylya Sovetov Samara, parametro zero), Obinna (c, Chievo Verona, prestito 6 mesi), Mullin (a, Rubin Kazan', 200.000 ), Caicedo (a, Al-Jazira, 7.000.000 €).

Passa il tempo e passano anche i giocatori a Cherkizovo. Dopo un mese e più di trattative, infatti, è giunta l'ora di giudicare l'operato rossoverde in sede di mercato. Un mercato che ha visto privilegiare le cessioni e lo sfoltimento della rosa, continuando in un certo senso quello che era stato iniziato durante l'estate. Molti infatti hanno lasciato Mosca e tutti sono stati salutati senza rimpianti. Come lo sciagurato Kresic, accasatosi al Mainz in Germania, oppure Ivanov, da tempo sotto contratto con la Loko e che nelle ultime ore ha scelto Novosibirsk come meta di rilancio. Gli stessi discorsi si possono fare anche per Caicedo, finito a soli 25 anni negli Emirati Arabi, Chochiev, elemento di talento ma che con i 'Ferrovieri' non ha mai trovato la giusta sintonia, e Obinna, tornato nella 'sua' Verona solo in prestito. Gli unici sui quali, invece, si sarebbe potuto puntare di più sono due giovani russi. Il primo lo conosciamo bene: è Burlak, il quale però in accordo con la società è stato ceduto al Rubin rivoluzionario. Si farà. Il secondo è Mullin, sicuramente meno appariscente. Con la Molodezhnoye ha fatto vedere ottime cose, tuttavia con Kuchuk difficilmente avrebbe trovato spazio. Per questo anche lui è volato in Tatarstan, tornando alle sue origini. Anche lui è un elemento interessante, tant'è che Pisarev l'ha convocato con l'Under 21 per le prossime amichevoli. 
In generale, comunque, tutti hanno abbandonato la Loko giustamente: giocatori fuori dal progetto, che hanno giocato poco e che a Cherkizovo erano di troppo. In tal senso, vanno fatti dei veri complimenti a Kirill Kotov, il quale ha piazzato molti esuberi.
Non si fa in tempo, però, a lodarlo a sufficienza, che immediatamente emergono dei fattori negativi. Fin dall'inizio del mercato si è parlato dell'acquisto di un difensore centrale di spessore internazionale. Tanti sono stato i nomi accostati: Astori del Cagliari, Castan della Roma, Otamendi del Porto, Glik del Torino, ma alla fine non è arrivato nessuno alla corte di Kuchuk. Come mai? Difficile dirlo. Sicuramente le trattative non sono state facili, visto che tutti i sopracitati sono dei gioielli dei rispettivi club, ergo è complicato convincere i presidenti. Aggiungiamoci pure il fatto che a gennaio le squadre preferiscono non indebolirsi e che a giugno c'é l'attesissimo mondiale e 'la frittata è fatta'. Il gruzzolo guadagnato dalle cessioni, +9.700.000, verrà comunque reinvestito in estate, quando allora si la Loko potrà fare la voce grossa. L'unico acquisto fatto in questa sessione risponde al nome di Aleksander Sheshukov, prelevato per 1M dal Rostov, che andrà a sostituire gli infortunati Tarasov e Tigorev. Lui insieme a Diarra, Mykhalyk e Ozdoev costituirà la batteria di centrocampisti centrali a disposizione dell'allenatore bielorusso per le restanti 11 giornate alla fine del campionato. I pro sono sicuramente un'ottima esperienza in RPL, senza contare che conosce già molti giocatori e che sin'ora ha disputato una signora annata in riva al Mar Nero. I contro riguardano l'età e il fatto che con i rientri di Tarasov e Tigorev sarà sicuramente d'intralcio. L'unica maniera per essere confermato è quello di fare un finale di stagione da grande giocatore di una top squadra. Tutto è nelle sue mani. 

Concluso il discorso sulle operazioni di mercato, un 7 complessivo ci può stare come valutazione finale. La società ha fatto bene a confermare il blocco che aveva fatto un'ottima prima parte di stagione, vendendo solo gli scarti. L'acquisto di Sheshukov alla fine ci può stare, compresi i non acquisti in difesa. Meglio sicuramente aspettare l'estate per un colpo di valore, che magari comprare ora un giocatore che poi pentirsi. Fra 10 giorni torna il campionato e allora si che a Cherkizovo inizieranno 11 finali. A breve la squadra, terminato l'ultimo ritiro in Spagna, tornerà a Mosca per la rifinitura, cercando di migliorare al massimo l'intesa. Il tempo è ormai agli sgoccioli, se si vuole fare la storia questo è il momento giusto. Davaj Loko. 

In attesa della preview del match, questa è all'incirca la formazione (contando la squalifica di Diarra), che ha provato Kuchuk maggiormente in ritiro e che quindi molto probabilmente inizierà contro il Krylya il 10 marzo: 

Lokomotiv Moscow 4-2-3-1 football formation

No comments:

Post a comment