#FCLMblog ~ From Italy to Russia, the first and the only site about Lokomotiv for the English speaking fans worldwide

Monday, 5 August 2013

4a giornata: Lokomotiv - Krasnodar 3-1.

Neanche l'acqua e l'ora di ritardo fermano la squadra di Kuchuk. La Lokomotiv ottiene finalmente la prima vittoria a Cherkizovo davanti a suoi tifosi, con merito e dominando un Krasnodar impreciso e molto timido. 


Commento e analisi del match.
Dopo un lungo acquazzone che ha colpito la città di Mosca nelle ore precedenti la partita, il match è dovuto iniziare con 1.15 ore di ritardo, vale a dire alle 21.15 russe o meglio le 19.15 italiane. L'inizio della gara non è esaltante, con entrambe le formazioni che devono abituarsi al manto erboso bagnato. I più ispirati sembrano capitan Shishkin e Maicon, con quest'ultimo che grazie alla sua velocità mette in crisi la retroguardia neroverde. La prima occasione degna di nota per i padroni di casa arriva su calcio da fermo, ma N'Doye di testa è impreciso. Poi tocca a Tkachev che su punizione non riesce a impensierire sul suo palo l'ex Filtsov. La Loko, tuttavia, nel finale inizia a spingere e i risultati si vedono subito. Grazie a un'efficace triangolazione tra Maicon e Samedov, l'esterno ex Dinamo Mosca viene lanciato a rete, fermato all'ultimo, sul rimpallo la palla arriva a Denisov sul secondo palo che davanti al portiere avversario non sbaglia, rendendo vano anche il tentativo di Smolnikov di salvare la sua porta. Non soddisfatti, i "Ferrovieri" possono anche dilagare con N'Doye, il quale diretto a rete viene fermato da Jędrzejczyk, che viene espulso giustamente da Karasev per fallo da ultimo uomo e che lascia così la sua squadra in 10 uomini per tutti i secondi quarantacinque minuti. Nella ripresa, nonostante il vantaggio, la Loko cala e a favorirne da ciò sono gli ospiti. Dopo circa 15 minuti, infatti, guadagnano un rigore completamente inventato, grazie a un'ideale trattenuta di Tarasov ai danni di Gazinsky, il quale si butta platealmente. Karasev, tuttavia, non ha dubbi e fischia il penalty. Dagli undici metri Joazinho spiazza Abaev e segna la rete del pareggio. A questo punto i rossoverdi reagiscono e da qui in poi è solo un assedio-Lokomotiv. Ci provano un po' tutti a buttarla dentro, da Tkachev a Maicon, ma Filtsov riesce momentaneamente a parare tutti gli attacchi. Dico momentaneamente perchè all'83' la Loko riesce finalmente a infrangere la muraglia neroverde. Shishkin imbecca con un bel passaggio filtrante Maicon, il quale serve N'Doye che, sfruttando uno scontro tra Filtsov e Smolnikov, insacca a porta vuota. Non è finita qui, però. Passa poco e, per andare sul sicuro, i "Ferrovieri" trovano anche la rete del definitivo 3 a 1. Protagonista Durica che in mischia con il suo sinistro non sbaglia. Nel finale agli uomini di Kuchuk basta gestire il vantaggio, per assicurarsi il successo, che garantisce 7 punti in 4 partite. 

Queste le parole di Kuchuk Il Krasnodar ha creato un sacco di problemi? "Solo quando c'è stato il rigore. Noi però dobbiamo pensare solo a noi stessi, dovevamo sfruttare il vantaggio della superiorità numerica." La posticipazione del match ha influenzato la squadra? "Certo, noi avevamo programmato di iniziare prima la gara, ma non abbiamo potuto fare niente. Fortunatamente il campo ha svolto il suo dovere, possiamo dire di aver giocato su un buon campo." Valuta la partita di Ilya Abaev. "Ha giocato bene, sul rigore non poteva fare niente, Joazinho ha tirato bene. Sono sicuro che abbiamo acquistato un gran portiere."

Lokomotiv Mosca - FK Krasnodar 3-1
41' V. Denisov, 59' Joazinho (rig.), 83' N'Doye, 88' Durica.
Lokomotiv: Abaev, Corluka, Durica, Denisov, Shishkin, Samedov, Tarasov, Tigorev, Tkachev (Caicedo, 73), Maicon (Obinna 84), N'Doye.
Krasnodar : Filtsov, Martynovich, Jędrzejczyk, Kaleshin, Smolnikov, Gazinsky (Mamaev, 85), Joazinho, Marcio (Drincic, 65), Pereira (Tubic, 46), Petrov, Wanderson. 
Ammonizioni: 10' Martynovich, 70' Tigorev, 71' Wanderson.
Espulsioni: 45' Jędrzejczyk.
Arbitro: Sergey Karasev (Mosca). 5 agosto. Lokomotiv Stadium, Mosca. 8.463 spettatori.

Pagelle.

Abaev 6 | A parte il rigore su cui non poteva far niente, durante il match non è mai stato praticamente impegnato. Buono il debutto, ma sicuramente le partite su cui andrà testato il suo valore sono altre.
Shishkin 7 | Per una sera torna il Shishkin che si è guadagnato la pre-convocazione a EURO 12. Sotto gli occhi di Capello fa un grossa impressione al tecnico italiano, il quale finalmente speriamo si deciderà a convocarlo...
Durica 6.5 | Oltre al bel gol in mischia che ha chiuso la partita, positivo il match dello slovacco, che non ha concesso niente a Wanderson. 
Corluka 6.5 | Molto sfortunato, rimane in campo per il bene della squadra. Il Krasnodar cerca in tutti i modi di infortunarlo, ma per grazia divina non si fa mai niente. Come sempre prestazione più che sufficiente. 
V. Denisov 7.5 | Il migliore in campo. Oltre al gol si rende protagonista di un match sontuoso. Tanti palloni recuperati, sempre pulito nelle giocate e tanta spinta in fase offensiva. Così ci piace Vitaly!
Tigorev 5.5 | Torna non al meglio dopo l'infortunio. Certamente da lui ci si aspetta molto di più, ma in mezzo al campo la sua presenza nel bene e nel male si sente sempre. 
Tarasov 6 | Benino. Si improvvisa fantasista e i risultati non sono eccelsi. Come sempre Dima non molla mai, battendosi su tutti i palloni sino alla fine. 

Tkachev 5 | La vera delusione di questa gara. Kuchuk lo fa partire dall'inizio e fa ben poco per emergere. Poche giocate e mai realmente concreto. 
Samedov 4.5 | Ormai i commenti su di lui sono finiti. Io non capisco come il tecnico bielorusso si ostini a farlo giocare dall'inizio, attualmente sta facendo malissimo. 
Maicon 7 | Finalmente sembra riuscito ad aver riacquistato la forma ideale. Gioca tutti i 90 minuti e convince alla grande, è un'arma fondamentale sulla fascia. 
N'Doye 7 | Bene. Segna il gol del 2 a 1 di rapina ed è spesso nel vivo della manovra. L'attacco rossoverde è sempre nelle sue mani, e stavolta il senegalese dimostra di essere in forma (per fortuna).

Caicedo 6.5| E bravo Felipe. Per il secondo match di fila da subentrato, il suo apporto si fa sentire. Recupera il possesso e gestisce bene le palle che gli capitano. E' questo quello che deve fare!
Obinna s.v. | Entra appena dopo la rete di N'Doye, ma la gara è già decisa: senza voto.
Kuchuk 7 | Genious. Quanti di voi avrebbero mandato in panchina Yanbaev per far posto a Shishkin e Denisov? Per me nessuno. Lui lo fa e azzecca la mossa: i terzini sono i migliori di questo match. Direi che più che una serie di coincidenze, questa è bravura, bravo Leonid!

Statistiche e curiosità.
La Lokomotiv subisce gol ininterrottamente da 9 match. L'ultimo volta che la porta rossoverde è rimasta inviolata fu nello scorso marzo contro il Kuban a Krasnodar, la partita finì a reti bianche. Il Krasnodar, invece, continua a non vincere in trasferta contro le moscovite. Su 13 precedenti, 3 pareggi e 10 sconfitte. 

La Molodezhnoye.
Malissimo a sorpresa, invece, la Molodezhnoye. Le riserve del Krasnodar con alcuni elementi della prima squadra riescono a battere con un sonoro 3 a 0 gli uomini di Polstyanov. A segno Borisov, Koman e Gohou, con quest'ultimo che riesce a sfruttare un'indecisione tra Lobantsev, ultimamente pessimo, e Vyatkin. Per la Loko Primavera questa è la seconda sconfitta di fila e, nonostante gli elementi di talento, questo deve essere un campanello d'allarme. I baby "Ferrovieri" si devono svegliare se vogliono ambire ancora ad alti obbiettivi.  

No comments:

Post a comment