#FCLMblog ~ From Italy to Russia, the first and the only site about Lokomotiv for the English speaking fans worldwide

Wednesday, 11 September 2013

Road to WC14: Russia - Israele 3-1.

Non si ferma più la Russia di Capello, che nel match dentro o fuori non sbaglia contro un Israele deludente, portandosi così in vetta al girone a discapito del Portogallo. Uomo partita Samedov, vera e propria arma sulla fascia destra insieme a Kozlov

Russia  Israele

Per capire come sarebbe finita la partita, bastava vedere i precedenti della nazionale russa al Petrovsky Stadium di San Pietroburgo: 5 vittorie su 5 (2-0 con la Lettonia nel 2005, 2-0 con l'Estonia nel 2006, 4-0 con l'Andorra nel 2007, 3-0 contro il Liechtenstein nel 2009 e 3-1 con l'Armenia nel 2011). In uno stadio tutto esaurito, la nazionale russa non ha sottovalutato gli avversari, che sulla carta avrebbero potuto creare più di un grattacapo. Gli uomini di Capello partono subito alla grande, facendo intendere dove devono finire i tre punti. I migliori sono sicuramente Samedov e Shirokov, con quest'ultimo che con un colpo di testa prende anche la traversa. Dalla fascia destra vengono i maggiori problemi, ma l'attacco risulta sterile. Kerzhakov corre quasi a vuoto, mentre Kokorin non riesce a incidere. Emblematico al termine dei primi quarantacinque minuti, quando il centravanti della Dinamo Mosca al posto di puntare il portiere si concede un altruismo francamente esagerato, sprecando così un'ottima occasione. Nella ripresa il tecnico italiano spiazza tutti e decide di andare praticamente in all-in: fuori capitan Denisov e un impalpabile Fayzulin, dentro rispettivamente Glushakov e Dzagoev. Passa poco e per la Russia gira tutto per il meglio. Vasily Berezutski parte dalla sua area palla al piede, tentando un inserimento neanche fosse il 90'. Il possente centrale del CSKA Mosca viene, però, premiato per questo suo gesto. Dalla fascia, infatti, Shirokov gli restituisce il pallone e lui con un tiro all'angolino batte Aouate. 1-0 Russia! La 'Sbornaja' però non si ferma qui. Sempre dalla fascia destra, Samedov confeziona un assist a Kokorin, il quale dimostra di essere un fenomeno, mettendo la palla all'incrocio con un fantastica conclusione sulla quale il portiere avversario può fare ben poco. Muragli israeliana abbattuta. A questo punto i padroni di casa calano un po' l'intensità, riuscendo però a gestire al meglio il vantaggio. Alla mezz'ora, infatti, arriva anche il gol che chiude definitivamente le danze. Dzagoev si procura un rigore, capitan Shirokov lo sbaglia, sulla respinta ci pensa il buon Glushakov a buttarla dentro, facendo esplodere per la terza volta il pubblico di San Pietroburgo. Poco dopo per la 'Sbornaja' c'è spazio anche per Bystrov, che prende il posto di un Kokorin chirurgico. Negli ultimi secondi la Russia cala come suo solito la concentrazione e Israele punisce con l'ex Palermo Zahavi, il quale batte di testa un Akinfeev a tratti inguardabile. Per la rimonta ospite, però, alla fine non c'è più tempo: la Russia guadagna i tre punti e il primato nel girone, entrambi meritatamente. Ora si attende ottobre e le sfide delicate, ma non impossibili anzi, con Lussemburgo e Azerbaijan, entrambe in trasferta. Mi raccomando ragazzi, davaj Russia!
Russia - Israele 3-1
Reti: 49' V. Berezutski, 52' Kokorin, 74' Glushakov, 93' Zahavi. 
Russia: Akinfeev, Kozlov, V. Berezutski, Ignashevich, D. Kombarov, Denisov (k) (Glushakov, 46), Fayzulin (Dzagoev, 46), Shirokov, Samedov, Kokorin (Bystrov, 77), Kerzhakov.
Israele:  Aouate, Keinan, Ben-Haim, Davidazde  Zahavi, Natkho, Refaelov, Yeini, Alberman (Radi, 70), Barda (Ezra 65), Melikson (Schechter, 46).
Ammonizioni: 20' D. Kombarov, 36' Aouate, 39' Ignashevich, 41' Davidazde. 
Giudici: Gräfe, Schiffner, Kleve (trio - Germania).
10 settembre. Petrovsky Stadium, San Pietroburgo. 21.000 spettatori. 
Attuale classifica:
Russia 16
Portogallo 15
Israele 12
Irlanda del Nord 6
Lussemburgo 6
Azerbaijan 5

No comments:

Post a comment