#FCLMblog ~ From Italy to Russia, the first and the only site about Lokomotiv for the English speaking fans worldwide

Monday, 18 February 2013

Arrivati in Spagna e subito successo contro il Ludogorets.

Venerdì pomeriggio Lokomotiv che è arrivata in Spagna, esattamente a Estepona, località situata nella parte occidentale della Costa del Sol, in AndalusiaQui Ferrovieri che terranno il loro terzo ritiro invernale fino al 28 febbraio. Questi i convocati:

Portieri: Guilherme, Dario Kresic, Miroslav Lobantsev; 

Difensori Taras Burlak, Vedran Corluka, Jan Durica, Vitaliy Denisov, Sandro Tsveyba  Roman Shishkin, Renat Yanbaev, Vitaly Lystsov;
Centrocampisti: Alberto Zapater, Maxim Grigorjev, Denis Glushakov, Dmitry Loskov, Alexander Samedov, Dmitry Torbinsky, Dmitry Tarasov, Jan Tigorev. Magomed Ozdoev, Alexey Miranchuk; 
Attaccanti: Dmitry Sychev, Victor Obinna, Roman Pavlyuchenko, Felipe Caicedo, Dame N'Doye, Kamil Mullin, Maicon. 

Alberto Zapater, centrocampista iberico, è ancora in fase di recupero dopo l'intervento e lavorerà individualmenteSlaven Bilic per questo ritiro ha deciso di includere nella lista anche tre giovani della Primavera, vale a dire Sandro TsveybaAlexey Miranchuk e Kamil Mullin. Krasno-Zelonye che terranno quattro test match: il 17 Febbraio contro i campioni di Bulgaria del Ludogorets, il 20 contro la squadra locale del  Real Balompedika Linense, il 23 contro i norvegesi dello Strømsgodset, ed infine il 26 febbraio contro il CSKA Mosca. 



Roman Pavlyuchenko all'aeroporto, da lui ci aspetta molto in questa seconda parte di stagione

Piccola parentesi anche per i Molodezhnoye che ieri sono volati alla volta di Antalya, località sulla costa mediterranea della Turchia, dove si prepareranno fino al 28 febbraio, giocando 4 partite, previste per i giorni 18, 21, 24 e 27. 


Passiamo all'amichevole di oggi. L'FC  Ludogorets è stato fondato nel 1945 dalla fusione di due squadre con sede Razgraduna città con una popolazione di circa 33.000 abitanti. Il nome della squadra deriva da Ludogorie, regione ricca di foreste nel nord-est della Bulgaria. Alla fine degli anni '90 la squadra vene rinominata AntibiotikNel 2006 il club ha cessato di esistere a causa di problemi finanziari, ma venne poi rifondata con il nome Razgrad 2000, per poi ri-tornare più tardi con lo storico nome Ludogorets. Il settembre del 2010 corrisponde ad un punto di svolta per la storia del club. Il proprietario diventa l'uomo d'affari Cyril Domuschiev, che decide di investire ingenti somme di denaro sulla squadra. Un anno dopo, per la prima volta nella loro storia, vengono promossi nella massima serie del calcio bulgaro. La prima stagione è incredibile, infatti vincono sia il campionato che la Coppa. In questa stagione hanno già vinto la Supercoppa di Bulgaria ed è attualmente sono primi in campionato, davanti proprio al Levski Sofia che abbiamo già incontrato in amichevole. Ben otto giocatori della rosa fanno parte della nazionale bulgara. L'allenatore è Ivailo Petev.


Ottima prestazione di Torbinsky, importante il gol di Pavlyuchenko. Speriamo sia l'inizio di qualcosa di più importante...

Bilic che per questa gara si affida ad un classico 4-4-2, dando fiducia al giovane Lystsov e inserendo alle spalle del possente N'Doye il più mobile Torbinsky. Primi venti minuti tutti di marca Lokomotiv, con al 35' Ferrovieri che colpiscono la traversa proprio con Dmitry Torbinsky servito bene da N'Doye, che sulla respinta si fa murare la conclusione sulla riga. Passa poco e Krasno-Zelonye di nuovo pericolosi sull'asse N'doye-Torbinsky-Maicon con quest'ultimo che prova un'ottima conclusione sulla quale interviene un difensore avversario di mano. L'arbitro non ci pensa nemmeno e fischia così un rigore inequivocabile che Samedov, finalmente, segna senza troppi problemi, spiazzando il portiere avversario. Lokomotiv che cala un po' dopo un inizio davvero arrembante concedendo qualcosa ai bulgari, che tuttavia creano ben poco per impensierire Guilherme. Nella ripresa dentro due volte nuovi: Roman Pavlyuchenko e Denis Glushakov al posto rispettivamente di N'Doye e Tarasov. Ludogorets che cerca il gol del pareggio, trovandolo subito grazie al fantasista Marcelinho che dopo una triangolazione con un suo compagno batte a tu-per-tu Guilherme con un bel pallonetto. Tuttavia il vantaggio dura poco ed appena cinque minuti dopo è Pavlyuchenko a riportare avanti i russi con un tiro dal centro dell'area a seguito di una grande finta di Torbinsky e dopo una bella galoppata di Yanbaev. Passano ancora sette minuti e Loko che trova anche il definitivo 3 a 1 con la solita tattica di questo ritiro: cross da angolo e gol di Maicon di testa. Nel finale Ferrovieri non ancora esausti che provano a dilagare, ma prima il portiere e poi la traversa fermano due grandi tiri di Glushakov. Ottima partita, ora sotto con la prossima: mercoledì 20 febbraio contro la rappresentativa locale del Real Balompedika LinenseAl seguente link potete vedere gli highlights della partita contro il Ludogorets.


Lokomotiv Mosca - Ludogorets 3-1

29' Samedov (rigore), 55' Marcelinho, 60' Pavlyuchenko,67' Maicon. 
Lokomotiv: Guilherme, Shishkin, Durica, Lystsov, Yanbaev, Tigorev (Ozdoev, 74), Tarasov (Glushakov, 46), Samedov (Grigorjev, 80), Torbinsky (Obinna, 65), Maicon (Sychev, 80), N'Doye (Pavlyuchenko, 46).
Ludogorets: B. Stoyanov, Bart (Mäntylä, 70), Motsi, Gul'dan, Vitina, Kayisara, Dyakov, Bakalov (I. Stoyanov, 46), Ivanov (Alexandrov, 72), Marcelinho (Hernandez, 71), Bezyak. 
Ammonizioni: 19' Motsi, 73' Dyakov, 73' Glushakov.
17 febbraio. Central Stadium, Marbella. 

Diniyar Bilyaletdinov, impegnato anche lui in Spagna per il ritiro con il suo Spartak, è venuto a trovare i suoi ex compagni alla Lokomotiv, squadra che l'ha lanciato nel calcio che conta, su tutti Sychev e Loskov. 

No comments:

Post a comment