#FCLMblog ~ From Italy to Russia, the first and the only site about Lokomotiv for the English speaking fans worldwide

Sunday, 26 May 2013

La solitudine dei numeri nove.

Finalmente finisce una stagione disgraziata. Al Lokomotiv Stadium una partite inutile: a sfidarsi la Lokomotiv Mosca, già fuori dalle coppe europee, e il Mordovia Saransk, già retrocesso da tempo. Ferrovieri che devono fare a meno dello squalificato Corluka. Per Bilic e molti altri giocatori questa potrebbe essere la loro ultima partita a Cherkizovo. A proposito, stadio tristemente vuoto. 


Jan Tigorev, senza dubbio uno dei migliori in campo.

Gara abbastanza divertente, con i padroni di casa che tentano timidamente di creare qualcosa. I primi a provarci sono Durica di testa e Samedov con un tiro da fuori dopo una bella azione di Grigorjev, ma entrambi non creano problemi alla porta difesa dell'ex Yurchenko. Tuttavia, la Loko ci crede e al quarto d'ora scoccato proprio Samedov va via sulla fascia, si accentra, fa un paio di finte in mezzo all'area, viene atterrato e si procura un rigore, forse un po' troppo generoso. Sul pallone ci va lo stesso giocatore ex Dinamo Mosca che insacca per ben due volte il penalty, dopo che Karasev glielo aveva fatto ripetere. Passano altre sei minuti e "Krasno-Zelonye" che raddoppiano. Protagonista ancora Samedov che parta della fascia, arriva sino al limite dell'area, la mette in mezzo e N'Doye a porta ormai sguarnita la può solo mettere dentro, arrivando così in doppia cifra nella sua prima stagione in Russia. Padroni di casa che non mollano e, fino alla fine della prima frazione di gioco, provano a trovare la rete del 3 a 0, ma ne il senegalese e ne Grigorjev sono precisi, con quest'ultimo che si mangia un gol clamoroso dopo una bella azione corale. 

Nella ripresa gli ospiti tentano di creare qualche timida sortita offensiva con i suoi due uomini di maggior qualità, Ruslan Mukhametsin e Panchenko, ma Guilherme non ha problemi a controllare la situazione. Al 49' altra bella occasione per la Loko, ma di nuovo N'Doye sbaglia a tu-per-tu con il portiere avversario. Stessa sorte per Torbinsky, il quale sbaglia due buone azioni da gol. Loko che galvanizzata dalla bella prestazione, controlla la gara senza concedere praticamente nulla agli avversari. Bilic lascia mezz'ora anche a Pavlyuchenko il quale si rende pericoloso con un paio di conclusioni niente male. Nel finale, però, i Ferrovieri si addormentano, strano, e concedono il gol della bandiera agli avversari con l'ex Pazin che in mezzo all'area lascia partire un bel tiro sul quale il capitano può fare davvero ben poco. In generale discreto match per la Loko, la quale è aspettata ad una rifondazione estiva. Noi ci rivediamo a breve per le pagelle e i numeri di questa stagione. Segnalo, infine, la solita protesta dei tifosi contro la società e Yakunin, anche se come al solito non farà effetto (purtroppo).


Lokomotiv Mosca-Mordovia Saransk 2-1
17' Samedov (rigore), 24' N'Doye, 89' Pazin. 
Lokomotiv: Guilherme, Yanbaev, Burlak, Durica, Denisov, Torbinskiy, Tigorev, Samedov, Grigoriev (Glushakov, 46), Al. Miranchuk (Obinna 86), N'Doye (Pavlyuchenko, 62).
Mordovia: Yurchenko, Bozovic, Shitov, Khubutia, Perendija, Panchenko, Aldonin, Pazin, Ivanov (Rust. Mukhametshin, 46), Oprita (Bober, 62 ), Rusl. Mukhametshin (Markin, 66). 
Ammonizioni: 72' Aldonin.
Arbitro: Sergey Karasev (Mosca). 26 maggio. Lokomotiv Stadium, Mosca. 6107 spettatori.

Questa l'intervista a Bilic nel post-gara: "E' sempre importante concludere bene la stagione e, oggi, abbiamo assolutamente meritato la vittoria. Purtroppo, però, siamo stati terribilmente inefficaci, visto che avremmo potuto segnare molto di più. Nel complesso, tuttavia, sono soddisfatto dei miei giocatori." Sei sicuro di rimanere nella Lokomotiv anche nella prossima stagione? "Ho un contratto di tre anni, sono arrivato qui per rimanere tanto tempo. Tuttavia, nel calcio moderno la decisione finale spetta sempre al club." Come valuta nel complesso la stagione? "Un fallimento, sono veramente deluso. Sono arrivato in un club ambizioso e, naturalmente, non mi aspettavo di arrivare al nono posto. Pensavo che avremmo giocato molto meglio, credetemi, io sono deluso più di chiunque altro di questa stagione." Oggi i mass media hanno detto che la società per non pagare la penale di sei milioni per esonerarla, gli ha offerto un ruolo nella squadra giovanile, è vero? "Non posso esprimere giudizi su quello che dicono i giornali. Avrò un dialogo con la dirigenza e affronteremo tutte le questioni faccia a faccia. Io queste sciocchezze non le voglio neanche commentare."



Aleksander Samedov a dialogo con Bozovic: oggi è stato decisivo il suo apporto.

Pagelle.
Guilherme 6 | Tiene bene la posizione e torna da vero capitano. La rete del 2 a 1 arriva su una disattenzione della difesa, per lui il tiro di Pazin è imprendibile. 

Yanbaev 6.5 | La solita gara di spinta per il biondo terzino di Krasnodar. Quest'oggi ha provato spesso ad accentrarsi con buoni risultati, lasciando così molto spazio all'ispirazione di Samedov. 

Durica 6 | Benino lo slovacco, che tuttavia soffre poco e rischia anche di segnare.
Burlak 5.5 | Lui non è Corluka sia sa, oggi non convince appieno nello retroguardia.
Denisov 5.5 | Più impreciso del solito, sbaglia troppi passaggi. I cross sono raramente precisi e la squadra ne risente.

Miranchuk 5.5 | In netto calo rispetto alle altre uscite. Perde la sua caratteristica più importante, quella "di fare la cosa giusta nel momento giusto". 

Tigorev 7.5 | Partita imperiosa del bielorusso. Non molla mai dico mai un centimetro ed è sempre presente: immenso.
Torbinsky 6 | Come scrissi tempo addietro "fa una partita si e venti no". Menomale che questa era la volta buona, siamo a due però.
Samedov 7.5 | Si procura il rigore, lo segna e fa l'assist a N'Doye. Più di così è difficile pretendere dall'ex Dinamo Mosca che, purtroppo per noi, si è svegliato solo in questo finale di stagione. 
Grigorjev 5.5 | Prova timidamente a fare qualcosa, ma Bilic lo toglie prima che riesca ad essere veramente convincente. 
Glushakov 5 | Addio Denis, caso irrecuperabile.

N'Doye 6 | Fa un gol e se ne mangia altrettanti, menomale che abbiamo vinto sennò quegli errori sarebbero pesati come un macigno. Deve imparare, decisamente, ad essere più freddo sotto porta.
Pavlyuchenko 5.5 | Discreta mezz'oretta per il "gigante addormentato" che è protagonista di un paio di sortite offensive. 
Obinna s.v. | Entra nel finale, ingiudicabile. 

Bilic 6 | Alla fine, complice la sconfitta del Krasnodar, ce la fa a portarci al nono posto, traguardo comunque indegno. Per maggiori considerazione aspettate il pagellone di fine stagione. 
Miroslav Lobantsev, il suo errore chiude definitivamente la gara. 

Male la Molodezhnoye che perde la possibilità di arrivare terza. Il Mordovia vince clamorosamente, facendo rimanere molto amaro in bocca agli uomini di mister Polstyanov, il quale alla fine della partita, tuttavia, dichiara che la stagione è stata positiva. In parte ci ha ragione, visto che abbiamo scoperto dei talenti davvero forte, dall'altra no perchè dovevamo arrivare nella top three. A decidere la gara ci hanno pensato Barmin, con un bel tiro da fuori, e Yusupov, che a porta vuota insacca dopo un'insensata uscita di Lobantsev. Al seguente link potete trovare le parole di Polstyanov e gli highlights della gara, mentre sotto potete vedere la classifica finale del campionato primavera.


Lokomotiv-Mordovia 0-2 45' Barmin, 65' Yusupov.

Lokomotiv: Lobantsev, Chalov, Murachev, Lystsov, Baryshnikov, Salamatov (Masimov, 70), Lomakin (Makarov, 46), An. Miranchuk, Hartiyadi (Pugiev, 70), Koryan (Kurzenev 70), Mullin (Turik, 62). 
Mordovia: Kalyuzhniy, Orlov, Tatoyan, Yusupov, Kuleshov, Krutov (Askerov, 56), Barmin (Tribushinin, 90), Terentev (Zmeev, 90), Sultanov (Shirshikov, 74), D. Sobolev (Malanin, 85), A. Sobolev.
Ammonizioni: 14' Barmin, 58' D. Sobolev, 88' Baryshnikov.
Arbitro: Anton Zhuravlev (Vladimir).


No comments:

Post a comment