#FCLMblog ~ From Italy to Russia, the first and the only site about Lokomotiv for the English speaking fans worldwide

Monday, 27 May 2013

Riepilogo ultima giornata di RPL: classifica e marcatori.

In esclusiva, vi parliamo dell'ultima giornata di Russian Premier League.

Amkar Perm – Zenit San Pietroburgo 0-0 Punto importantissimo per l'Amkar che gli consente di salvarsi. A Perm la partita è abbastanza noiosa: lo Zenit è imbottito di riserve, mentre i "Permyaki" adottano un stile difensivo per non subire un gol che comprometterebbe il discorso salvezza. 0 a 0 inevitabile, che però salva la compagine degli Urali. Per gli uomini di Spalletti finisce un'annata disgraziata, alla quale conseguirà, si spera, una rifondazione. Prepariamoci a tutto, quindi, dalle parti di San Pietroburgo.

Dinamo Mosca – Volga Nizhny Novgorod 0-0 Suicidio Dinamo. Nel giro di due match fa appena un punto contro Alania e Volga, rinunciando così all'Europa. Petrescu e il suo staff rendono così vana una super rimonta. Tuttavia, ci sono stati ottimi segnali per i "Poliziotti" i quali con un mercato degno potranno lottare per il titolo, avendo uno dei tecnici più preparati dell'intero est Europa. Punto vitale, invece, per i "Volzhane" che pareggiando alla Khimki Arena riescono a salvarsi. Autentico miracolo dalle parti di Nizhny Novgorod, dove senza un rublo e senza un gioco sono riusciti a salvare una delle squadre peggiori, qualitativamente parlando, dell'intera competizione: incredibile.

Spartak Mosca – Alania Vladikavkaz 2-0 [26' Bryzgalov, 79' Ananidze] Tutto facile per lo Spartak che giocando straordinariamente nello stadio della Torpedo, il Luzhniki deve essere ristrutturato ( a partire dalla prossima stagione giocheranno al Lokomotiv Stadium), ottiene un successo per 2 a 0 ai danni dell'Alania già retrocessa. A segno Bryzgalov e Ananidze, entrambi proveniente dal vivaio, a dimostrazione di come in Russia si possa davvero pescar bene dalle giovanili. "Myaso" fortunatissimi anche in questa stagione, visto che riescono ad arrivare in Europa non per propri meriti, ma per cali assurdi delle dirette avversarie. Male l'Alania e i Gazzaev che tornano in Pervij dopo appena un anno. Il progetto degli "osseti" è stato una vera e propria delusione. Anche qui, ora, bisognerà ricostruire, tenendo possibilmente gli uomini più talentuosi. Chiudo con un piccola curiosità, il brasiliano Da Costa è stato espulso al sesto minuto per aver fatto il dito medio ai tifosi dello Spartak, incredibile... 

Lokomotiv Mosca – Mordovia Saransk 2-1 [17' Samedov (rigore), 24' N'Doye, 89' Pazin] Loko che grazie a questo successo arriva nona: record negativo nella storia del club. Per maggiori informazioni, guardate l'articolo sul blog.

FK Rostov – Cska Mosca 3-0 [19' Poloz, 45' Kanga, 56' Kalachev] Dramma sul Don: inutile vittorie dei "Selmashi" contro i campioni. A pari punti con le altre, va ai play-out per gli scontri diretti peggiori. Tuttavia, grande prestazione per gli uomini di Bozovic, trascinati da un super Poloz, cresciuto nella Lokomotiv, e Kanga, fantasista davvero interessante del Gabon. CSKA già in vacanza e che ora sta programmando la prossima stagione.

Kuban Krasnodar – Anzhi Makhachkala 1-0 [23' Popov] Il Kuban per la prima volta nella sua storia va in Europa. Contro l'Anzhi non c'è storia, decide un rete dell'interessantissimo bulgaro Ivelin Popov, il quale realizza un bella rete dalla linea di fondo, sorprendendo il disattento Gabulov. Come dicevo, "Cosacchi" che fanno l'impresa, nonostante le partenze illustri di Lacina Traore e Petrescu. Ora, molto probabilmente, la squadra verrà smembrata: Ionov e Belenov sono già dell'Anzhi, mentre Kulik si è trasferito al Rubin. Tuttavia, penso che faranno il loro solito mercato: vendendo le loro stelle e acquistando dei futuri talenti. Quindi, attenti a loro nella prossima Europa League.

Terek Groznyj – Krylya Sovetov Samara 4-1 [41' N'Douassel, 49' Caballero, 66' N'Douassel, 70' Antonio Ferreira, 77' Kanu] Successo dei "Ceceni" che condanna il Krylya ai play-out. Solo molto rammarico in casa Terek, visto che con più costanza sarebbero potuti arrivare in Europa. Per le "Ali" di Samara, pessimo campionato e ora gli insidiosi play-out. Gli uomini di Gadzhiev, allenatore di grande esperienza, non dovrebbero avere problemi, ma mai dire mai. Intanto a Groznyi per non aver centrato l'Europa hanno esonerato Cherchesov, al suo posto l'ex Lokomotiv Krasnozhan, buona fortuna Yuri!

Rubin Kazan – FK Krasnodar 2-0 [7' R. Eremenko, 64 Nathko] Rubin che battendo il Krasnodar arriva per l'ennesimo anno in Europa, complice il crollo della Dinamo. A decidere la gara di Kazan ci pensano le stelle di casa: il finlandese Roman Eremenko prima e l'israeliano Nathko poi. A proposito di quest'ultimo, molto probabilmente a fine stagione lascerà i "Tartari", gli scade il contratto e su di lui ci sono le big d'Europa, se lo merita. "Tori" già in vacanza, invece, il loro in questa RPL lo avevano già fatto.

Questa è la classifica finale:

359dzsm

CLASSIFICA MARCATORI: 
Giocatore Squadra Gol

Wanderson Krasnodar 13
Movsisyan Spartak Mosca 13
Traoré Anzhi 12
Ruslan Mukhametshin Mordovia Saransk 11
Musa CSKA Mosca 11
Eto'o 10
Kerzhakov 10
Kuraniy 10
Kokorin 10
N'Doye 10

Dalla Pervij Division, serie b, promosse Ural Ekaterinburg e Tom TomskPer maggiori vi rimando e vi consiglio questo link, è un mio speciale riepilogo sul campionato cadetto.

Questi i play-out, invece, dai quali verranno fuori le future due squadre che parteciperanno alla prossima RPL:

Rostov vs SKA Energiya Khabarovsk

Krylya Sovetov Samara vs Spartak Nalchik

No comments:

Post a comment