#FCLMblog ~ From Italy to Russia, the first and the only site about Lokomotiv for the English speaking fans worldwide

Wednesday, 13 June 2012

Russia, che peccato! Pari importantissimo per la Polonia, ultima giornata decisiva.

L'urlo di Alan Dzagoev dopo il gol del vantaggio. Per lui sono 3 i gol in questo Europeo, per ora, miglior marcatore della competizione

Il derby dell'Est, la partita della vita per la Polonia e la gara per vincere il girone per la Russia, tutto ciò in un singolo match pieno di emozioni. Primo tempo di marca polacca, infatti per sperare di passare il turno la Polonia doveva per forza fare punti. Prima Lewandowski e poi Blaszczykowski, provano la conclusione ma con scoraggianti risultati, da segnalare anche il gol annullato giustamente a Polanski dopo una bella azione polacca, che dimostra il loro dominio iniziale. Russia che bada a ripartire in contropiedi sfruttando la velocità dei suoi giocatori, in particolar modo di Arshavin e Kerzhakov, compagni allo Zenit. Gli uomini di Advocaat così guadagnano campo e incominciano a rendersi pericolosi fino al gol del vantaggio al 36' di Dzagoev, su assist di Arshavin, che di testa insacca Tyton. Primo tempo che finisce così: parte meglio la Polonia ma Russia che riesce ad uscire ed a rendersi pericolosa. La seconda frazione di gioco vede ancora la Russia protagonista ma i tifosi della Sbornaya presto si renderanno conto che sbagliare tutto quelle occasioni prima o poi lo paghi. Infatti nel miglior momento russo la Polonia pareggia con Kuba Blaszczykowskiesterno del Borussia Dortmund, che con un fantastico tiro di sinistro sigla il gol dell'1-1. Partita che poi, senza grandi occasioni da segnalare, rimane con molta intensità di gioco, concludendosi sul risultato di 1-1, punto che consola la Russia e che va bene alla Polonia. Riguardo ai giocatori della Lokomotiv: Pavlyuchenko entra verso il 70' e questa volta non riesce a rendersi pericoloso, per Glushakov ancora panchina. Per dovere di cronaca segnaliamo anche uno spezzone per Izmailov che attualmente gioca in Portogallo con lo Sporting Lisbona ma che proviene dal vivaio dei Ferrovieri. Nella prossima partita Russia e Repubblica Ceca avranno a disposizione 2 risultati su 3, cioè vittoria e pareggio, a differenza di Grecia e Polonia che saranno obbligate a vincere.

Formazioni sfidatesi al National Stadium di Varsavia:
Polonia (4-4-1-1): Tyton, Boenisch, Wasilewski, Piszczek, Perquis, Dudka (28' st Mierzejewski), Polanski (39' st Matuszczyk), Obraniak (48' st Brozek), Lewandowski, Murawski, Blaszczykowski. Panchina: Sandomiersky, Wojtkowiak, Kaminski, Rybus, Rybus, Wawrzynak, Wolski, Sobiech, Grosicki). Allenatore: Szmuda.
Russia (4-3-1-2): Malafeev, Anyukov, A. Berezutski, Ignashevich, Zhirkov, Shirokov, Denisov, Zyryanov, Dzagoev (34' st Izmailov), Arshavin, Kerzhakov (25' st Pavlyuchenko). Panchina: Shunin, Akinfeev, Sharonov, Kombarov, Granat, Nababkin, Kokorin, Glushakov, Semshov, Pogrebnyak.
Allenatore: Advocaat.

CLASSIFICA ATTUALE
Russia 4
Repubblica Ceca 3
Polonia 2
Grecia 1

No comments:

Post a comment