#FCLMblog ~ From Italy to Russia, the first and the only site about Lokomotiv for the English speaking fans worldwide

Thursday, 26 January 2012

Leonid Kuchuk.

Nome completo: Leonid Stanislavovic Kuchuk

Squadra attuale: ?

Data di nascita - Anni: 27 agosto 1959 - 56 anni

Luogo di nascita:  Minsk, Bielorussia

Percentuale partite: 36,54% vittoria, 27,88% pareggio, 35,58% sconfitta

Ex-ruolo da calciatore: Difensore (ex attaccante)



Carriera. 
Nato a Minsk nel 1959, Kuchuk inizia a giocare a calcio nella Dinamo, con cui tuttavia non riesce a debuttare in prima squadra. Si trasferisce così al Gomselmash, che attualmente si chiama Gomel, in serie b, dove diventa praticamente un veterano. Dopo tanti anni come centravanti, nel 1986 cambia posizione in campo e diventa difensore. Nel 1989 si trasferisce a Vitebsk, dove rimane per due stagioni e fa molto bene, totalizzando oltre 100 presenze. Nel 1992 passa al Metallurg, mentre nel 1995 all'Ataka-Aura, entrambe queste esperienza rappresentano gli ultimi scorci della sua carriera. Infatti, da li a poco, nel 1998 passa alla Dynamo 93, e poi si ritira.

Diventato allenatore, dopo esperienze più o meno brevi in club minori bielorussi (dove ritorna), Kuchuk passa nel 2004 allo Sheriff Tiraspol, uno dei principali club moldavi. Sotto la sua gestione i gialloneri diventano il fiore all'occhiello del calcio moldavo. Vince 6 campionati, 3 coppe nazionali e una CIS Cup (coppa tra le migliori squadre degli stati dell'ex Unione Sovietica). Anche in Europa il bilancio è più che buono: nel 2009 arriva sino ai playoff di Champions League persi contro l'Olympiacos, e proprio a seguito di questa eliminazione riesce a qualificarsi per i gironi di Europa League. Nel gruppo H con Fenerbahçe, Twente e Steaua Bucarest, si posizionano terzi totalizzando una vittoria, due pareggi e tre sconfitte. Dopo 6 anni in Moldavia, Leonid decide di accettare una nuova sfida: ad ingaggiarlo infatti è il Salyut Belgorod, club militante nella serie b russa, la Pervij Division, che lo sceglie per sostituire Miroslav Romashchenko. I risultati, nonostante un buon debutto, non sono incoraggianti (tre vittorie, due pareggi, nove sconfitte) e, così, decide di lasciare i "Grifoni" nell'agosto del 2010, allora al secondo posto in classifica. Dopo un anno di riflessione e pausa, Kuchuk torna ad allenare e lo fa insieme a Andrej Sosnitsky, suo assistente di fiducia. Il tecnico bielorusso si trasferisce all'Arsenal Kiev, neo-fondato club ucraino. Grazie al fondamentale apporto di Leonid, i "Gunners"dell'est Europa arrivano quinti conquistando una storica qualificazione in Europa League. Tra i tanti successi anche quello di essere riusciti a battere i campioni dello Shakhtar. Come coronamento di tutto ciò, viene anche nominato tecnico dell'anno. A fine stagione, tuttavia, la squadra della capitale perde importanti sponsor (volevano cedere i cinque giocatori con lo stipendio più alto) e, così, Kuchuk decide di lasciare l'Ucraina. Un altro anno senza incarichi, fino al gennaio del 2013. Torna in Russia e firma un contratto di sei mesi con il Kuban Krasnodar, che nel frattempo era alla ricerca di un sostituto di Krasnozhan, ex allenatore della Lokomotiv. Con una società forte alle spalle e un ambiente caldo come quello dei "Cosacchi", Kuchuk non fa fatica a imporsi. Così come con l'Arsenal, il Kuban arriva quinto e si qualifica per la prima volta nella sua storia per le coppe europee. Tra i tanti meriti anche quello di non aver mai perso un partita da quando si è seduto sulla panchina della squadra del Mar Nero ( in 11 parte di campionato ha ottenuto sette pareggi e quattro vittorie). A fine stagione la dirigenza del Kuban gli offre il rinnovo, lui accetta ma poi ci ripensa. Cosa c'è sotto? La Lokomotiv, ovvio! Attratto dalla capitale e da uno dei club russi con maggior storia, non ci pensa su due volte e accetta il difficile incarico di allenare a Cherkizovo, sesto allenatore della Smorodskaya, con un pubblico caldissimo che sta ancora aspettando da anni di tornare nell'elite del calcio russo. Alla prima stagione vince una clamorosa medaglia di bronzo, ma poi è costretto a lasciare Mosca per uno screzio (l'ennesimo) con la società. Piccola curiosità: il figlio, Aleksey Kuchuk, gioca nello Yenisey Krasnoyarsk in Pervij Division. 

Carriera da giocatore:
Squadra: Partite giocate (gol segnati)
1979 Dinamo Minsk 0 (0)
1982--1988 Gomselmash 217 (6)
1989--1991 KIM Vitebsk 101 (1)
1992--1994 Metallurg Maladzechna 61 (2)
1995--1997 Ataka-Aura 51 (0)
1998 Dinamo 93 3 (0)

Carriera da allenatore:
1990 KIM Vitebsk
1998 Dinamo 93
1998 Metallurg Maladzechna
2003 Lokomotiv Minsk
2004--2010 Sheriff Tiraspol 
2010 Salyut Belgorod 
2010--2011 Sheriff Tiraspol (assistente)
2011--2012 Arsenal Kiev
2013 Kuban Krasnodar
2013--2014 Lokomotiv Mosca
____


No comments:

Post a comment