#FCLMblog ~ From Italy to Russia, the first and the only site about Lokomotiv for the English speaking fans worldwide

Sunday, 15 January 2012

Moubarak Boussoufa.

Nome completo: Moubarak Boussoufa

Squadra attuale: FK Lokomotiv Mosca

Data di nascita - Anni: 15 agosto 1984 - 30 anni

Luogo di nascita: Amsterdam, Olanda

Altezza: 1,67 cm

Peso: 58 kg

Ruolo: Centrocampista 

Numero attuale: 11



Carriera. 
Moubarak Boussoufa nasce nella capitale olandese, Amsterdam, nel 1984. Nel 1994 muove i primi passi da calciatore, venendo tesserato dal Middenmeer, squadra di una piccola cittadina. Il giovane Boussoufa ha molto talento e fin da subito fa intravedere le sue doti. Passa solo un anno, infatti, e si trasferisce al Fortius, altro piccolo club nel quale il marocchino ha l'occasione di giocare. Qui conferma le prime impressioni, tant'è che dopo appena una stagione viene notato dagli scout dell'Ajax, che decidono di tesserarlo. Con gli "Ajacidi" cresce sia come uomo che come giocatore, infatti riesce a imporsi senza troppi problemi nelle giovanili. Nel 2001, dopo cinque anni ad Amsterdam, abbandona l'Olanda. E' così promettente che il Chelsea decide di puntare su di lui, pagando 1 milione per il suo cartellino. A Londra rimane per tre anni, dove però non riesce a totalizzare nemmeno una presenza con la prima squadra, nonostante venga aggregato a partire dalla stagione 2003-2004. Proprio nel 2004 decide di abbandonare Londra direzione Belgio. Il Gent crede più di tutti in lui, infatti, per assicurarsi le sue prestazioni sborsa circa 200.000 euro. Dopo un periodo di ambientamento, Moubarak esplode nel 2006. Per la sua carriera questo anno rappresenta un vero e proprio passo fondamentale: vince la Scarpa d'oro belga, viene nominato miglior giovane del campionato e giocatore dell'anno in Belgio, inoltre è il miglior africano nella Jupiler Pro League e debutta con la nazionale marocchina. A questo punto sul giocatore si fiondano tutti i migliori club europei, ma lui decide di rimanere in Belgio, firmando per la squadra più forte del paese: l'Anderlecht. I bianco-malva sborsano 4 milioni di euro e gli fanno firmare un contratto di 4 anni. Immediatamente diventa titolare e risulta fondamentale per la conquista del titolo. Con 8 gol e 13 assist è il vero gioiello della squadra, che nella stagione successiva vince anche Supercoppa e Coppa nazionale. Nella seconda annata al Vanden Stock risulta sempre il giocatore chiave, venendo nominato ancora giocatore dell'anno in Belgio, tuttavia non riesce a trascinare la sua squadra fino alla fine alla conquista del secondo campionato di fila. Il titolo, infatti, va allo Standard Liegi che batte i bianco-malva ai play-off. Nella terza stagione l'Anderlecht torna a vincere il titolo e Boussoufa è decisivo di nuovo, infatti, segna ben 14 gol e fa 20 assist. Per la terza volta viene nominato giocatore belga dell'anno, con i bianco-malva che gli fanno rinnovare il contratto a 5.6 milioni a stagione, sancendo così il record per il campionato. Sempre nel 2010 vince di nuovo la scarpa d'oro. Tuttavia, passa poco e dopo cinque anni Moubarak decide di cambiare aria. Dopo tanti sondaggi di diverse squadre anche top, a un certo punto sembra tutto fatto per il suo trasferimento al Terek Groznyi, con il club ceceno disposto a pagare circa 10 milioni per il suo cartellino. La trattativa, però, salta pochi giorni dopo, secondo molti per le elevate richieste del giocatore, sia dal punto di visto economico che da quello umano. Passano altrettante ore e sempre della Russia arriva un'altra offerta. Stavolta è l'Anzhi Makhachkala a bussare alla porta dell'Anderlecht. I "Daghestani" mettono sul piatto la stessa cifra, con il giocatore che però si vede soddisfare le richieste. In serata viene ufficializzato il trasferimento del giocatore marocchino alla corte di Kerimov, venendo presentato immediatamente ai nuovi compagni. Con tutti gli allenatori transitati a Makhachkala (Gadzhiev e Hiddink su tutti) Moubarak ha sempre grande feeling, infatti in breve tempo riesce a conquistarsi un posto da titolare. Diventato un perno della squadra, si afferma in diverse posizioni del campo (dal centrocampo all'attacco), che ne fanno di lui un giocatore completo. Nell'estate del 2013 a causa del ridimensionamento daghestano voluto da Kerimov, è costretto a lasciare l'Anzhi. Si trasferisce così alla Lokomotiv Mosca

Carriera con Club:
Squadra: Partite giocate (gol segnati)
1994--1995 Middenmeer 
1995--1996 Fortius 
1996--2001 Ajax
2001--2004 Chelsea 
2004--2006 Gent 59 (14)
2006--2011 Anderlecht 147 (48)
2011--2013 Anzhi Makhachkala 68 (11)
2013--... Lokomotiv Mosca 38 (2)

Carriera con Nazionale:
Squadra: Partite giocate (gol segnati)
2006--... Marocco 32 (5)
____






No comments:

Post a comment